Ricaricare un'auto elettrica alla colonnina: quanto costa?

14 marzo 2021

Ricaricare un'auto elettrica alla colonnina: quanto costa?

L’evoluzione delle auto elettriche è un processo sempre più veloce, il quale si sta sviluppando grazie ai nuovi veicoli green capaci di garantire un’autonomia elevata e prestazioni simili alle macchine a benzina e diesel.

La richiesta di vetture elettriche o ibride da parte di privati e aziende sta quindi crescendo e molti decidono di noleggiare un’auto elettrica a lungo termine: una soluzione adatta non solo alla mobilità urbana ma anche a quella extraurbana e alla guida in autostrada.

In entrambi i casi è importante capire quanto costa la ricarica alle colonnine elettriche, per pianificare le spese e scegliere la vettura ecologica giusta.

Ricarica auto elettrica alla colonnina: quanto si paga?

All’interno del nostro portale abbiamo già analizzato il costo della ricarica delle auto elettriche, spiegando nel dettaglio qual è la spesa indicativa richiesta per ogni modalità a disposizione. Oggi, invece, andremo a vedere quali sono i costi della ricarica alle colonnine installate in strada.

La maggiore autonomia delle macchine green permette di percorrere ormai molti chilometri, soprattutto scegliendo un modello di ultima generazione. Tuttavia, chi usa l’auto per lavoro o per compiere dei lunghi viaggi ha bisogno di ricaricare la vettura in strada, usando il servizio offerto dalle colonnine elettriche.

Ovviamente la spesa dipende da alcuni fattori:

  • il costo dell’energia applicata dal gestore;
  • la velocità di ricarica;
  • la capacità della batteria del veicolo elettrico.

Il costo per kW delle colonnine varia in base al tipo di ricarica:

  • modalità lenta a 22 kW proposta a 0,45 euro al kWh;
  • modalità veloce a 50 kW che richiede 0,50 euro al kWh.

Considerando un veicolo con una batteria da 40 kWh, il costo di una ricarica presso la colonnina si aggira intorno ai 18 euro per la modalità lenta e 20 euro per quella veloce.

Naturalmente con una batteria più grande il costo sarà più alto, ma probabilmente anche l’autonomia e dunque la resa della ricarica. Senz’altro mantenere un’auto elettrica è più conveniente rispetto a una macchina tradizionale a motore termico, anche tenendo conto di sistemi di ricarica più costosi.
 
Dopodiché esistono sistemi superveloci, come i punti ricarica di nuova generazione che arrivano fino a 350 kW per ricaricare la batteria in pochi minuti, se compatibile con questa tecnologia, pagando ovviamente un prezzo più elevato.

Auto elettrica, il costo della ricarica alla colonnina

Le stime proposte rappresentano una media, infatti, come abbiamo accennato il prezzo della ricarica dipende dalla capacità della batteria, dalla velocità del sistema e dalla tariffa applicata dall’operatore.

Ecco i prezzi indicativi per la ricarica alla colonnina di alcuni modelli di auto elettriche, usando come riferimento la modalità rapida con una tariffa di 0,50 kWh.

REANULT ZOE
Per capire quanto costa una ricarica sulla Renault Zoe bisogna tenere conto della batteria da 52 kWh e di un’autonomia fino a 395 Km. In questo caso, la spesa per la ricarica alla colonnina è di circa 26 euro.

NISSAN LEAF
Questa berlina compatta giapponese è una delle elettriche più vendute in Europa, equipaggiata con una batteria da 40 o 62 kWh a seconda della versione, per un’autonomia fino a 385 Km. Il costo della ricarica della Nissan Leaf va da 20 a 31 euro.

OPEL CORSA-e
La nuova Opel Corsa elettrica è un’utilitaria ecologica per la guida in città, una vettura piccola ma ben rifinita con un’autonomia fino a 337 Km. Il costo della ricarica dell’Opel Corsa elettrica si aggira intorno a 25 euro, considerando una batteria da 50 kWh.

Come si paga la ricarica dell’auto elettrica alle colonnine

Il pagamento presso le colonnine di ricarica è legato al tipo di servizio. Quest’ultimo può essere:

  • a consumo, quindi si ricarica e si paga l’energia;
  • con abbonamenti alle colonnine elettriche e forfait incluso all’interno del canone mensile o annuale.

Di solito i gestori includono una soglia energetica con un prezzo fisso, mentre al superamento viene comunque riconosciuto un costo agevolato. Per quanto riguarda il pagamento esiste una certa confusione in merito, infatti ogni operatore propone una modalità differente rispetto agli altri.

Ad esempio, in alcuni casi bisogna scaricare un’apposita app, oppure passare una carta di credito con tecnologia contactless, pagare con smartphone e QR Code oppure ricevere l’addebito sul conto corrente o PayPal.

La soluzione LeasePlan per la ricarica delle auto elettriche

Per semplificare le modalità di pagamento della ricarica delle auto elettriche alle colonnine, LeasePlan propone un servizio evoluto per la mobilità elettrica integrata. In particolare, con la modalità Energy Key - richiedibile da chi noleggia una macchina elettrica a lungo termine - è possibile usufruire del servizio di ricarica interoperabile.

Si tratta della possibilità di ricaricare in tutta Europa in modo semplice e veloce, attraverso una rete di oltre 110 mila colonnine elettriche appartenenti al circuito Hubject. In questo modo si può ricaricare anche presso la colonnina di un altro operatore, basta che sia convenzionato, per gestire i pagamenti con un’unica interfaccia.

Desideri informazioni su LeasePlan Italia? Clicca qui

Share this