Auto Mild Hybrid: i modelli in arrivo

Tempo di lettura 6 minModelli auto
La tecnologia mild hybrid rende più efficienti ed ecologiche le auto con motore endotermico, riducendo le emissioni di CO2 e i consumi.
Condividi questo

Macchine Mild Hybrid: i modelli in arrivo nel 2021

Sul mercato si possono trovare tantissimi modelli per l’ibrido leggero, una configurazione che consente di diminuire i consumi e le emissioni di anidride carbonica. Si tratta di un’opzione sempre più presente nelle vetture di ogni segmento, perciò vediamo quali sono le auto mild hybrid più interessanti tra le novità previste per il 2021.

Auto mild hybrid 2021: le novità in arrivo

Nel corso dell’anno la lista dei veicoli ibridi sarà ancora più ampia rispetto al 2020, rafforzando l’offerta di questa opzione per la mobilità sostenibile. Tra le new entry ci saranno modelli crossover, berline, utilitarie, monovolume e SUV mild hybrid, con la possibilità di trovare proposte per ogni tipo di esigenza.

L’ibrido leggero è disponibile anche con la formula del noleggio a lungo termine, un settore che da diversi anni fornisce risposte concrete a chi vuole migliorare l’impatto ecologico legato agli spostamenti. Ovviamente per una soluzione green ottimale è necessario passare alle macchine elettriche, ad ogni modo le vetture mild hybrid diesel e benzina costituiscono un buon compromesso tra consumi e performance.

Nissan Qashqai

Tra le nuove proposte per le macchine mild hybrid 2021 c’è la Nissan Qashqai, la terza generazione del SUV giapponese con una gamma composta appena dall’ibrido leggero a benzina, con due versioni 1.3 DIG-T da 140 e 158 cv. Entrambe le motorizzazioni sono abbinate a una batteria da 12 Volt, con un sistema per il recupero dell’energia in frenata per migliorare consumi ed emissioni.

Scheda tecnica

  • Motore mild hybrid a benzina da 140 o 158 cv
  • Trazione anteriore o integrale
  • Cambio manuale o Xtronic a variazione continua
  • Infotainment con schermo touchscreen da 9 pollici
  • Lunghezza 443 cm, larghezza 184 cm, altezza 163 cm
  • Bagagliaio da 504 litri
  • Consumo nel ciclo combinato di 17,8-18,4 Km/l
  • Emissioni di CO2 di 123-124 g/Km

Kia Sportage

In attesa della quinta generazione prevista per il 2022, la Kia Sportage guadagna un nuovo design e l’integrazione del sistema mild hybrid diesel per rendere più ecologico ed efficiente il SUV ibrido. Oltre a una batteria da 48 Volt l’auto dispone di una motorizzazione 1.6 CRDI da 136 cv, con 5 Euro NCAP, evoluti sistemi ADAS per l’assistenza alla guida e la disponibilità della trazione integrale AWD. 

Scheda tecnica

  • Motore mild hybrid diesel da 136 cv
  • Trazione anteriore o integrale
  • Cambio manuale o automatico
  • Infotainment con schermo touchscreen da 8 pollici
  • Lunghezza 450 cm, larghezza 186 cm, altezza 165 cm
  • Bagagliaio da 480 litri
  • Consumo nel ciclo combinato di 23,2 Km/l
  • Emissioni di CO2 di 114 g/Km

Audi A4

La casa tedesca ha deciso di proporre la tecnologia mild hybrid su tutta la gamma dell’Audi A4, seguendo gli obiettivi delineati per l’elettrificazione del parco auto. I motori diesel e benzina della berlina per la famiglia sono equipaggiati con batteria da 12 o 48 Volt con frenata rigenerativa per ottimizzare l’accelerazione e usare l’energia recuperata per il funzionamento del meccanismo start & stop

Scheda tecnica

  • Motore mild hybrid benzina da 150 a 265 cv
  • Motore mild hybrid diesel da 136 a 341 cv
  • Trazione anteriore o integrale
  • Cambio manuale o automatico
  • Infotainment con schermo touchscreen da 10,1 pollici
  • Lunghezza 476 cm, larghezza 185 cm, altezza 143 cm
  • Bagagliaio da 480 litri
  • Consumo nel ciclo combinato di 14,2-23,2 Km/l
  • Emissioni di CO2 di 106-159 g/Km

Seat Leon

Prosegue l’elettrificazione della gamma della casa spagnola di proprietà del gruppo Volkswagen, con l’ibrido leggero anche per la Seat Leon. Con questa soluzione si possono ottenere performance migliori e maggiore sostenibilità, inoltre non manca un impianto di infotainment aggiornato predisposto per Apple CarPlay, tuttavia c’è anche il modello ibrido plug-in sportivo da 204 cv.

Scheda tecnica

  • Motore mild hybrid benzina da 110 a 150 cv
  • Trazione anteriore
  • Cambio manuale o automatico
  • Infotainment con schermo touchscreen da 10 pollici
  • Lunghezza 437 cm, larghezza 180 cm, altezza 144 cm
  • Bagagliaio da 380 litri
  • Consumo nel ciclo combinato di 20,4-21,7 Km/l
  • Emissioni di CO2 di 101-110 g/Km

Hyundai Kona

Tra i SUV mild hybrid diesel e benzina più interessanti del 2021 c’è anche la Hyundai Kona, proposta con motore a 3 cilindri accompagnato da una batteria da 48 Volt. L’auto vanta una buona abitabilità, un impianto multimediale con schermo touchscreen da 10,25 pollici compatibile con Android Auto e Apple CarPlay, la ricarica wireless, il riconoscimento vocale e la trazione anteriore o integrale AWD. 

Scheda tecnica

  • Motore mild hybrid benzina da 120 cv
  • Motore mild hybrid diesel da 136 cv
  • Trazione anteriore o integrale
  • Cambio manuale o automatico
  • Infotainment con schermo touchscreen da 10,25 pollici
  • Lunghezza 422 cm, larghezza 180 cm, altezza 155 cm
  • Bagagliaio da 361 litri
  • Consumo nel ciclo combinato di 18,2-24,3 Km/l
  • Emissioni di CO2 di 119-125 g/Km

Jaguar E-Pace

Il SUV compatto ed elegante del marchio inglese diventa ibrido con l’arrivo delle versioni mild hybrid diesel e benzina, con batteria da 48 Volt e la nuova piattaforma PTA di Evoque e Discovery Sport. La Jaguar E-Pace è disponibile anche con trazione integrale AWD, è dotata di infotainment con radio digitale DAB e interfaccia rinnovata, fari Pixel a LED e tecnologie ADAS come il Park Assist e il mantenimento della corsia.

Scheda tecnica

  • Motore mild hybrid benzina da 160 a 300 cv
  • Motore mild hybrid diesel da 163 a 204 cv
  • Trazione anteriore o integrale
  • Cambio manuale o automatico
  • Infotainment con schermo touchscreen da 11,4 pollici
  • Lunghezza 440 cm, larghezza 198 cm, altezza 165 cm
  • Bagagliaio da 601 litri
  • Consumo nel ciclo combinato di 12,9-19,2 Km/l
  • Emissioni di CO2 di 139-175 g/Km

Renault Arkana

Una delle auto mild hybrid 2021 più innovative è la Renault Arkana, un Urban SUV con design da coupé elegante e sportivo, dotato di un moderno impianto multimediale con schermo touchscreen fino a 10 pollici. La batteria da 12 Volt è integrata al motore 1.3 TCe Turbo, offrendo maggiore fluidità nella guida e un discreto risparmio sulle emissioni inquinati e i consumi di benzina.

Scheda tecnica

  • Motore mild hybrid benzina da 140 a 160 cv
  • Trazione anteriore
  • Cambio manuale o automatico
  • Infotainment con schermo touchscreen da 10 pollici
  • Lunghezza 457 cm, larghezza 180 cm, altezza 157 cm
  • Bagagliaio da 518 litri
  • Consumo nel ciclo combinato di 18,5 Km/l
  • Emissioni di CO2 di 124 g/Km

Ford Puma

Tra le novità mild hybrid c’è il B-SUV Ford Puma, un’alternativa alla rivale Volkswagen T-Roc. Questa macchina compatta viene proposta con il sistema multimediale SYNC 3, mentre per l’assistenza alla guida c’è l’avviso per il mantenimento della corsia di marcia e la frenata automatica di emergenza. L’auto dispone di una batteria da 48 Volt, con motorizzazioni ibride a benzina da 125 e 155 cv, trazione anteriore e velocità massima di 200 Km/h.

Scheda tecnica

  • Motore mild hybrid benzina da 125 a 155 cv
  • Trazione anteriore
  • Cambio manuale o automatico
  • Infotainment con schermo touchscreen da 8 pollici
  • Lunghezza 421 cm, larghezza 181 cm, altezza 154 cm
  • Bagagliaio da 523 litri
  • Consumo nel ciclo combinato di 22,7-23,8 Km/l
  • Emissioni di CO2 di 99-106 g/Km

Alfa Romeo Tonale

La nuova gamma dell’Alfa Romeo Tonale sarà diesel, benzina, plug-in e mild hybrid, quest’ultima con motori benzina 1.3 T4 e diesel 2.0 forse anche in versione T4. Alternativa più compatta rispetto alla Stelvio, della quale riprende diversi elementi estetici e soluzioni meccaniche, la Tonale assicurerà prestazioni da vera sportiva di razza e uno stile dal grande fascino, con arrivo sul mercato tra la fine del 2021 e l’inizio del 2022. 

Scheda tecnica

  • Motore mild hybrid benzina da 190 cv
  • Motore mild hybrid diesel da 220 cv
  • Trazione anteriore o integrale
  • Cambio manuale o automatico
  • Infotainment con schermo touchscreen da 10,3 pollici
  • Lunghezza 450 cm, larghezza 185 cm, altezza 165 cm
  • Bagagliaio da 480 litri

Perché scegliere un’auto mild hybrid?

Le macchine con un sistema ibrido leggero sono dotate di una batteria di supporto al motore termico, con opzioni che consentono di recuperare energia dalle decelerazioni e dalle frenate. Questa tecnologia permette di migliorare l’efficienza e le performance, fornendo un supporto al propulsore durante le accelerazioni e le accensioni.

In questo modo è possibile ottenere dei benefici in termini di consumo nel ciclo combinato, emissioni di CO2 e prestazioni, con maggiore coppia a disposizione in confronto ai motori termici tradizionali. Rispetto alle ibride plug-in sono meno ecologiche, tuttavia consentono comunque di limitare l’impatto ambientale legato alle esigenze di mobilità.

Inoltre non prevedono restrizioni in merito all’autonomia, non richiedono la ricarica delle batterie, con la possibilità in alcuni casi di usufruire delle agevolazioni riconosciute alle auto ibride ed elettriche sul bollo, la ZTL e i parcheggi blu. Di fatto rappresentano un’alternativa più ecologica rispetto alle vetture diesel e benzina classiche, in più sono meno impegnative delle auto elettriche o ibride plug-in.

contact-block-nl-105-105 Iscriviti a What's next? la newsletter di LeasePlan Italia per ricevere le ultime notizie sul mondo automotive e contenuti premium direttamente via email.

ISCRIVITI
Condividi questo
Pubblicato il 5 agosto 2021

5 agosto 2021
Condividi questo

Articoli correlati

SostenibilitàAuto ibride plug-in: nuovi modelli 15 settembre - Tempo di lettura 4 minArrowRight
SostenibilitàColonnine elettriche in Italia: situazione aggiornata05 luglio - Tempo di lettura 5 minArrowRight
SostenibilitàMobilità sostenibile: esempi green per muoversi in città22 giugno - Tempo di lettura 4 minArrowRight