bollettini-rinnovo-patente

Bollettini rinnovo patente: compilazione e documenti utili

Tempo di lettura 4 minConducenti
Per rinnovare la patente necessario sbrigare alcune pratiche burocratiche, pagando i due bollettini postali obbligatori oppure rivolgersi a un’agenzia di pratiche auto.
Condividi questo

Bollettini rinnovo patente: dove trovarli e come compilarli

Dove trovare i bollettini per rinnovo patente e come compilarli

Uno degli obblighi di legge per i conducenti di veicoli è il rinnovo della patente di guida, un’operazione indispensabile per mettersi in regola con le norme del Codice della Strada. Per richiedere la nuova abilitazione è necessario usare i bollettini per il rinnovo della patente: ecco dove trovarli e come compilarli.

Bollettini per rinnovo patente: cosa cambia dal 2022

I titolari di una patente di guida B, la più comune e utilizzata in Italia, devono rinnovare il documento ogni 10 anni fino al raggiungimento dei 50 anni d’età. Dopodiché la frequenza passa a 5 anni fino a 70 anni d’età, per poi ridursi a 3 anni fino a 80 anni d’età e infine diventare biennale.

Per ottenere la nuova abilitazione di guida bisognava pagare due bollettini per il rinnovo della patente, senza i quali non era possibile sottoporsi alla visita medica obbligatoria:

  • un bollettino postale da 10,20 euro, da versare a favore del Dipartimento dei Trasporti Terrestri (DTT);
  • un bollettino postale del valore di 16 euro per pagare gli oneri amministrativi alla Motorizzazione Civile.

Dal 14 febbraio 2022 non è più possibile effettuare i versamenti obbligatori tramite il bollettino 4028 e il bollettino 9001, infatti i bollettini per la Motorizzazione e il Dipartimento dei Trasporti Terrestri sono andati in pensione. Al loro posto sono arrivati i nuovi pagamenti online per il rinnovo della patente di guida, da effettuare mediante la piattaforma pagoPA.

Oggi i pagamenti si realizzano soltanto in modo digitale, tramite il sistema online pagoPA per i pagamenti verso la pubblica amministrazione, oppure attraverso la piattaforma bancaria CBILL per il pagamento dei bollettini pagoPA. Per il rinnovo della patente, dunque, basta pagare la tariffa 2S (tariffa 2T per chi risiede in Sicilia) con un costo totale di 26,20 euro, utilizzando l’apposito bollettino pagoPA o il relativo servizio CBILL. 

Dove si trovano i bollettini per il rinnovo della patente

I bollettini per il rinnovo della patente di guida non sono più disponibili in formato cartaceo a partire dal 14 febbraio 2022. In passato, i vecchi bollettini per la patente B e A erano reperibili presso un qualsiasi ufficio postale, bastava recarsi allo sportello e richiedere il bollettino 9001 intestato al DTT e quello da 16 euro sul conto corrente 4028 della Motorizzazione.

Oggi i bollettini pagoPA si trovano sul Portale dell’Automobilista, il sito web del Ministero delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibili. Qui è necessario accedere all’area riservata, utilizzando la Carta di Identità Elettronica o lo SPID (Sistema Pubblico di Identità Digitale). In alternativa, è possibile reperire i bollettini pagoPA attraverso l’app mobile iPatente, l’applicazione ufficiale del Ministero per smartphone e tablet Android e iOS.

I bollettini per la patente A sono gli stessi richiesti per il rinnovo della patente B, quindi si possono utilizzare sia per rinnovare l’abilitazione di guida degli autoveicoli sia il documento di guida dei motocicli. Anche il costo e le procedure dell’operazione sono le medesime, con una spesa di 26,20 euro per il rinnovo della patente di guida a prescindere dalla tipologia di documento e l’obbligo di usare i bollettini pagoPA. 

Come compilare i bollettini per il rinnovo della patente

La compilazione dei vecchi bollettini per rinnovare la patente di guida era davvero molto semplice, infatti, si trattava di modelli prestampati in cui alcuni dati erano già inseriti. In questo modo bastava indicare le informazioni mancanti, pagare l’importo e ritirare la ricevuta che attesta il versamento.

L’unica attenzione richiesta nella compilazione era lasciare in bianco il codice causale per rinnovo patente, uno spazio disponibile su entrambi i bollettini che poteva rimanere vuoto. Di norma il codice era 002, ad ogni modo si poteva omettere in quanto veniva aggiunto dagli sportellisti delle Poste prima della registrazione.

Con la nuova procedura non bisogna compilare nessun bollettino prestampato cartaceo, infatti ogni documento di pagamento è identificato da un codice IUV (Identificativo Univoco di Versamento). Questo codice viene generato al momento del pagamento da parte dell’automobilistica, con la notifica che avviene in genere tramite un avviso di pagamento.

In seguito basta digitare il codice IUV, oppure scansionare il QR Code del bollettino pagoPA con la fotocamera del proprio device, finalizzando il pagamento per concludere l’operazione in modo semplice e veloce. Questa novità facilita il versamento degli importi obbligatori, con la possibilità di effettuare il pagamento in pochi istanti senza errori. 

Come pagare i bollettini pagoPA per il rinnovo della patente

Il pagamento del bollettino unico pagoPA per il rinnovo della patente può essere realizzato in diverse modalità. Innanzitutto è possibile effettuare il versamento online direttamente dal Portale dell’Automobilista, attraverso carta di credito o altri strumenti online di pagamento, basta accedere all’area personale e selezionare l’opzione Pagamento pratiche online pagoPA.

Altrimenti è possibile pagare l’importo in banca tramite la piattaforma CBILL, recandosi in filiale oppure usando i servizi di online banking del proprio istituto di credito (app mobile o web console). Il bollettino pagoPA si può pagare anche negli sportelli automatici bancari, recandosi presso un ATM della propria banca abilitato al circuito di pagamento CBILL.

In alternativa è possibile stampare il bollettino pagoPA per il rinnovo della patente, pagandolo presso una ricevitoria abilitata o presso qualsiasi ufficio postale. Ad ogni modo, è comunque possibile delegare il pagamento a un’agenzia di pratiche auto o una scuola guida, pagando una commissione aggiuntiva per evitare di occuparsi di tutte le pratiche burocratiche e amministrative. 

A prescindere dal metodo utilizzato è importante conservare la ricevuta di pagamento, fornendo questo codice agli uffici della Motorizzazione Civile insieme a tutta la documentazione necessaria per il rinnovo dell’abilitazione di guida. Nel pagamento deve anche risultare il codice fiscale del titolare del documento di guida, per rendere valida l’operazione e procedere con il rinnovo della patente. 

Condividi questo
Pubblicato il 9 giugno 2022
9 giugno 2022
Condividi questo

Articoli correlati

Modelli auto
Torna su strada la Lamborghini Countach11 febbraio - Tempo di lettura 3 minArrowRight
Modelli auto
Noleggiare un' Audi a lungo termine è meglio che acquistarla03 maggio 2021 - Tempo di lettura 5 minArrowRight
Modelli auto
Renault Zoe: allestimenti, autonomia e tempo di ricarica30 gennaio 2020 - Tempo di lettura 4 minArrowRight