Cinque insegnamenti dei pionieri dei veicoli elettrici

2 min to readTecnologia e innovazione
Mentre le aziende stanno piano piano emergendo dal lockdown e si stanno rinnovando i contratti a noleggio, i responsabili della flotta stanno riconoscendo l’opportunità di sostenere i target di sostenibilità dell’azienda accelerando il passaggio a una flotta interamente elettrica.
Share this

1. Prepararsi!

Sembra ovvio ma è necessario accertarsi che il programma copra tutti gli elementi del processo di transizione e affronti le questioni che possono sorgere. Ecco le più comuni.

  • Chi le guiderà? È probabile che non tutti i collaboratori saranno in grado di passare subito ai VE. Stabilisci chi può farlo e considera una soluzione provvisoria per quelli che non possono ancora effettuare il passaggio. Ad esempio, un’auto usata con un contratto a noleggio di breve durata.
  • Opzioni di ricarica. Valutate i costi e i benefici di una ricarica a casa e al lavoro rispetto alla ricarica pubblica.
  • Budget per i veicoli. Se l’attuale budget per i veicoli con motori a combustione interna non comprende il carburante, calcolate budget separati per le auto elettriche. Per incentivare attivamente l’adozione di VE, aumentate il budget per i VE e riducete quello per i veicoli a combustione.
  • Investimento. Calcolate l’impatto finanziario dell’adozione di VE in base al costo totale di proprietà, comprendendo eventuali benefit finanziari quali incentivi fiscali per aziende e conducente. Un vantaggio che varia notevolmente da paese a paese.

2. Modificare la politica sulle auto

Definisci in modo chiaro l’ambizione dell’azienda di passare a una flotta interamente elettrica nella politica sulle auto e in altri documenti importanti di politica aziendale. Accertatevi di comprendere i dettagli di tutti i servizi di assistenza disponibili per i collaboratori (ad es. punti di ricarica, opzioni sull’auto durante le vacanze).

3. Comunicare!

Il passaggio a una flotta di VE potrebbe comportare molte discussioni interne e potrebbe non essere accettato da tutti i conducenti. Sarebbe opportuno mettere in campo un forte piano di comunicazione per affrontare le esigenze dei vostri interlocutori che comprenda alcuni o tutti i seguenti punti.

  • Messaggi chiari. Accertatevi di spiegare i vantaggi del passaggio ai VE per l’azienda e per i collaboratori consentendo a tutti di dire la propria.
  • Fonti delle informazioni. Opuscoli e pagine web possono essere d’aiuto per rispondere alle domande frequenti sull’adozione di VE.
  • Domande frequenti e test drive di VE. I livelli di comfort aumentano se i collaboratori possono fare le domande che vogliono e provare a guidare i VE.

4. Dare l’esempio

I responsabili dovrebbero essere tra i primi a passare ai VE per dimostrare un sostegno dall’alto a tutta l’organizzazione. Selezionate collaboratori entusiasti che facciano parte di un progetto pilota per diventare ambasciatori dei VE.

5. Monitorare il feedback

Ascoltate con attenzione quello che dicono i collaboratori, soprattutto gli ambasciatori dei VE, in merito alla loro esperienza di guida in modo da affrontare incomprensioni o dubbi sul nascere. Siate altresì pronti a mettere a punto la vostra politica sulla flotta perché sia allineata alle esigenze aziendali e dei collaboratori al momento della transizione. 

Published at 25 maggio 2020

More about
25 maggio 2020
Share this

Related articles

MobilitàSi tende chiaramente a privilegiare il veicolo personale10 febbraio - 1 min to readArrowRight
Tecnologia e innovazioneLeasePlan ha pubblicato oggi l’edizione Car Data and Privacy del suo Mobility Monitor annuale12 marzo 2020 - 3 min to readArrowRight
MobilitàL’elettromobilità conquista sempre più schiere di fan a livello globale20 novembre 2019 - 2 min to readArrowRight