Mobilità sostenibile: muoversi in modo green in città

Tempo di lettura 3 minSostenibilità
Negli ultimi 6 anni la UE ha finanziato con 14,5 miliardi di euro gli Stati membri, sostenendo progetti per l’abbattimento dell’inquinamento nelle grandi città. Le critiche sull’efficacia di tali interventi sono arrivate dalla Corte dei Conti europea, la quale suggerisce come sia necessario spostare l’attenzione dal trasporto pubblico a quello privato.
Share this

Come muoversi in modo ecologico e in sicurezza in città

Bisogna concentrarsi sulla mobilità integrata, favorendo sistemi ibridi e multicanale basati sulle auto elettriche e i veicoli per la micromobilità come i monopattini elettrici. Oggi le soluzioni per muoversi in modo sicuro e green in città ci sono, bisogna soltanto sapere quale scegliere in base alle proprie necessità.

Cos’è la micromobilità elettrica urbana

Da tempo tutti i paesi europei si sono impegnati nella riduzione delle emissioni inquinanti, soprattutto per quanto riguarda la qualità dell’aria all’interno delle grandi città. Gli interventi interessano in larga parte il settore dei trasporti, un comparto strategico per la rivoluzione green.

Per muoversi in modo ecologico è opportuno valutare nuove forme di mobilità sostenibile, ad esempio spostando l’attenzione dal possesso al consumo con il servizio di noleggio auto elettriche a lungo termine

Si tratta di un’opzione sempre più apprezzata e in forte crescita, grazie alla possibilità di usufruire di un canone tutto compreso e di un’ampia scelta di veicoli elettrici e ibridi. Inoltre, non bisogna occuparsi della gestione del veicolo, poiché manutenzione e burocrazia sono a carico della società di noleggio.

Per ottenere dei risultati concreti su larga scala bisogna, però, fare qualcosa di più, passando dalla mobilità elettrica a quella integrata, implementando nuove forme di micromobilità a zero emissioni per muoversi in modo green sia in città che fuori.

Nel 2020 il governo ha liberalizzato nuove modalità di trasporto, attraverso il decreto ministeriale del Ministero delle Infrastrutture e dei Traporti, regolarizzando ad esempio veicoli come i monopattini elettrici, i segway, gli hoverboard e i monowheel alla circolazione in strada. 

Come funziona la nuova micromobilità urbana elettrica

Per quanto riguarda la micromobilità elettrica il governo sta incentivando i cittadini all’utilizzo di mezzi a zero emissioni, veicoli come le biciclette e soprattutto i monopattini elettrici con i quali sostituire il trasporto pubblico

Ad oggi l’infrastruttura composta da autobus, metro e tram non riesce a gestire l’intera domanda, soprattutto non in modo sostenibile. 

Per questo motivo l’attenzione si sposta verso il trasporto privato, in cui aziende e cittadini possono adottare nuovi modelli ecologici per gli spostamenti come il noleggio di macchine ibride ed elettriche. Si tratta della scelta giusta per le lunghe percorrenze extraurbane e urbane.

Allo stesso tempo è importante integrare le vetture ecologiche con dei mezzi più piccoli e compatti, come i monopattini elettrici. Questi dispositivi sono stati regolarizzati, quindi si possono usare in strada, nelle piste ciclabili e nei percorsi pedonali, con limiti di velocità fino a 20 Km/h.

Ovviamente devono essere dotati di un’illuminazione adeguata, con una potenza del motore non superiore ai 500W. I monopattini green possono essere adoperati da soli, come integrazione al trasporto pubblico o insieme alle auto elettriche.

La mobilità urbana: sempre più integrata e multicanale

Le soluzioni per diminuire le emissioni inquinanti causate dai trasporti sono numerose, tuttavia l’opzione migliore è quella della mobilità urbana integrata. Si tratta di un modello che prevede l’uso di più veicoli, al fine di ottimizzare gli spostamenti utilizzando in ogni momento il mezzo più adatto.

È ad esempio la scelta compiuta da LeasePlan con la promozione del noleggio a lungo termine con il monopattino elettrico, un’offerta che permette di compiere l’ultimo tratto con un modello pieghevole da tenere nel bagagliaio o in ufficio senza ingombro.

In alternativa c’è la nuova proposta per il noleggio della microcar elettrica Birò, un veicolo ultracompatto a 2 posti ideale per i piccoli spostamenti. Questo mezzo è un ibrido tra una citycar e uno scooter, si ricarica in appena 4 ore e la batteria è estraibile, con un’autonomia di circa 40 Km.

I servizi per muoversi in modo green in città sono in costante aumento, soprattutto nel settore del noleggio e lungo termine. Aziende come LeasePlan sono state tra le prime a scommettere su queste tecnologie, trainando il mercato delle auto elettriche e offrendo soluzioni personalizzate ad aziende e privati.

La mobilità urbana integrata è senz’altro la strada giusta da percorrere, l’unico modo possibile per abbattere le emissioni inquinanti in maniera rapida ed efficace. Ognuno di noi è chiamato a fare la sua parte, cercando di capire come ridurre l’impatto degli spostamenti e adottare sistemi più ecologici e sostenibili per l’ambiente e la qualità della vita.

Desideri informazioni su LeasePlan Italia? Clicca qui

Share this
Pubblicato il 16 luglio 2020

16 luglio 2020
Share this