Come risparmiare carburante e ridurre i consumi

8 ottobre 2019

Risparmiare carburante guidando: i consigli per ridurre i consumi

Il risparmio di carburante in auto si ottiene adottando uno stile di guida prudente e meno aggressivo, prestando attenzione ad aspetti come la manutenzione del veicolo, la gestione del cambio e l’uso corretto del climatizzatore. Soltanto correggendo alcuni comportamenti si possono diminuire i consumi di benzina e gasolio, ridurre l’inquinamento ambientale e la spesa per il rifornimento.

Ecco alcuni consigli utili per risparmiare carburante guidando e migliorare l’efficienza del motore.

 

Corretta manutenzione del veicolo

Per consumare meno carburante è fondamentale prendersi cura della propria auto, effettuando una manutenzione accurata del veicolo. Innanzitutto bisogna eseguire tutti i controlli periodici, ad esempio verificare la pressione delle gomme, il livello del liquido di raffreddamento e dell’olio motore, lo stato dei filtri del carburante e dell’aria. Dopodiché è essenziale fare sempre una revisione annuale della vettura, recandosi presso un’officina specializzata.

Pianificazione del percorso migliore

Sembrerà banale ma per ridurre i consumi dell’auto è indispensabile evitare il traffico, nei limiti del possibile, pianificando percorsi alternativi o cambiando i propri orari usuali. Uno dei momenti in cui la macchina utilizza più energia è proprio quando si sta fermi in coda, perciò in condizioni di traffico è consigliabile almeno spegnere il motore, oppure optare per un modello dotato della tecnologia Stop&Go. In alcuni casi basta cambiare leggermente le proprie abitudini, organizzando al meglio le attività giornaliere, per riuscire a ottimizzare i consumi, spendere meno e diminuire anche l’inquinamento.

Aria condizionata o finestrino aperto?

Per risparmiare benzina guidando quando si sta in macchina bisogna usare con parsimonia l’aria condizionata, impostandola sempre al minimo e solo quando strettamente necessario. In città, oppure se si guida al di sotto dei 50 Km/h, conviene abbassare un po’ i finestrini, mentre sulle strade extraurbane e in autostrada, quando la velocità comincia ad essere più sostenuta, è preferibile chiudere i finestrini e accendere il climatizzatore. In linea di massima la differenza termica con l’esterno non dovrebbe mai essere esagerata, inoltre bisogna evitare di attivare il dispositivo nei primi minuti; meglio aspettare che il motore si sia riscaldato un po’.

Attenzione al peso superfluo a bordo

Capita a tutti di lasciare nel bagagliaio oggetti che in realtà non servono, tuttavia per ridurre i consumi del diesel e della benzina è necessario evitare tale comportamento. Con l’aumento del peso la macchina consuma automaticamente di più, poiché il motore deve erogare maggiore potenza per spostare un carico più elevato. Per contenere i consumi è fondamentale controllare periodicamente il veicolo, per verificare la presenza di cose non essenziali, ottenendo un deciso risparmio nel carburante bruciato dalla vettura durante la marcia.

Stile di guida meno aggressivo

Tra i fattori che incidono maggiormente sui consumi dell’auto ci sono gli aspetti legati allo stile di guida. Frenate energiche, accelerazioni improvvise e un uso eccessivo del cambio provocano un deciso aumento della spesa per il combustibile, perciò bisogna ricordarsi di mantenere una guida più fluida e una velocità meno elevata. Per risparmiare gasolio e benzina è necessario usare la marcia giusta, né troppo bassa né più alta del dovuto, frenare dolcemente e portare su di giri il motore con gradualità. Nelle lunghe discese è possibile alzare il piede dall’acceleratore, percorrendo alcuni chilometri gratis grazie alla forza di inerzia e alla gravità.

Come pagare meno il carburante

Il risparmio di carburante non si ottiene soltanto con lo stile di guida e la manutenzione dell’auto, ma è importante fare il pieno nel posto giusto. Le stazioni di rifornimento offrono sempre prezzi diversi tra loro, quindi è necessario cercare la pompa che propone la tariffa più conveniente. In questo caso si possono utilizzare i navigatori come Google Maps e Waze, che permettono di trovare i benzinai con i prezzi più vantaggiosi direttamente dalle mappe multimediali, oppure scaricare apposite app per i dispositivi mobili, come Prezzi Benzina e Fuel Flash.

Scegliere l’alimentazione giusta

Un modo per risparmiare benzina consiste nello scegliere l’auto giusta, infatti mantenere uno stile di guida prudente non consente di ridurre drasticamente i consumi, ma soltanto di diminuire il dispendio energetico e ottimizzare l’efficienza del motore. Al contrario, invece, optare per un veicolo ecologico permette di risolvere il problema all’origine, individuando la soluzione migliore in base alle proprie esigenze personali e lavorative, a seconda del chilometraggio annuale e del tipo di strade percorse con maggiore frequenza.

Oggi è possibile trovare un’ampia scelta di veicoli ibridi ed elettrici, sia nella formula classica che in quella del noleggio a lungo termine. Quest’ultima in particolare è una modalità che consente di cambiare spesso l’auto, per approfittare delle ultime tecnologie del settore, evitando di occuparsi di attività come la manutenzione dell’auto e la sua gestione burocratica. Inoltre, le macchine ecologiche consentono di circolare senza restrizioni, anche nei centri storici delle grandi città come Roma e Milano, garantendo una maggiore libertà nella mobilità quotidiana e un’autonomia oramai piuttosto elevata.

Desideri informazioni su LeasePlan Italia? Clicca qui