Nissan Leaf e+: autonomia e caratteristiche

Tempo di lettura 4 minModelli auto
Nissan Leaf e+ ha un'autonomia notevole ed è divertente da guidare: scopri tutte le caratteristiche della giapponese 100% elettrica su LeasePlan.
Condividi questo

Dopo il successo del modello 2019, Nissan propone sul mercato la nuova Leaf e+, una vettura green in grado di offrire prestazioni ancora più elevate rispetto alla precedente versione.  Oggi la gamma della berlina giapponese è ancora più completa grazie al modello e+, con l’introduzione di un nuovo motore e di una batteria potenziata, per assicurare maggiore autonomia e tempi di ricarica ancora più bassi. Scopriamo le principali caratteristiche della Nissan Leaf e+, i dati sulla percorrenza e le modalità di ricarica.

Scheda tecnica della nuova Nissan Leaf e+

La Nissan Leaf e+ è un’auto 100% elettrica, una berlina 2 volumi omologata per 5 posti, caratterizzata da un design moderno e un discreto spazio a bordo. La macchina è equipaggiata con un propulsore elettrico di ultima generazione, in grado di sprigionare una potenza di 217 cv (160 kW) con una coppia massima di 320 Nm, abbinato a una batteria da 62 kWh

Per quanto riguarda le prestazioni, la Leaf e+ offre una velocità di punta di 157 Km/h, 13 Km/h in più rispetto alla versione di base, con un’accelerazione da 0 a 100 Km/h in circa 6,9 secondi, oltre 1 secondo in meno in confronto alla Leaf con batteria da 40 kWh e potenza di 147 cv.

Su tutti i modelli è prevista la trazione anteriore, abbinata a un cambio automatico che rende la guida fluida e confortevole, soprattutto in città dove l’auto si dimostra agile e maneggevole. La vettura dispone anche di avanzati sistemi di assistenza alla guida, come il cruise control adattivo e la frenata automatica d’emergenza con rilevamento dei pedoni. 

L’auto viene proposta con la nuova tecnologia Nissan Intelligent Mobility, per ottimizzare la sicurezza e il comfort, con il sistema ProPilot per la guida autonoma che aiuta sia nella guida in città sia nelle percorrenze extraurbane. Dopo l’attivazione il dispositivo assiste il conducente in ogni momento, ad esempio verificando il rispetto della distanza di sicurezza con gli altri veicoli e mantenendo l’auto nella corsia anche in curva.

La Nissan Leaf e+ è dotata di un evoluto sistema di infotainment, con display touchscreen da 8 pollici e compatibilità con Android Auto e Apple CarPlay, mentre tramite l’app NissanConnect Services è possibile gestire il veicolo giapponese da remoto tramite lo smartphone e ottenere tantissime informazioni utili. Nella plancia ci sono anche il cruscotto digitale, la presa USB per la ricarica rapida dei device elettronici e il climatizzatore automatico con pompa di calore.

Nissan Leaf e+: autonomia reale

Uno degli aspetti più interessanti di questa vettura ecologica è ovviamente l’autonomia, infatti è in grado di percorrere fino a 385 chilometri. Si tratta di una prestazione importante, tenendo conto che il modello con batteria da 40 kWh offre un’autonomia fino a 270 chilometri, quindi ben 115 chilometri in meno rispetto alla versione da 62 kWh.

Naturalmente l’autonomia reale della Nissan Leaf e+ è più bassa rispetto a questi valori, ottenuti durante i test eseguiti ad una velocità costante e senza dispositivi accessi, come l’aria condizionata o il navigatore. Tuttavia si tratta di uno dei veicoli con più autonomia della categoria.

I dati reali infatti sono buoni, garantendo un’elevata mobilità in città, specialmente nei tragitti casa-lavoro e nei piccoli spostamenti. L’autonomia della Nissan Leaf elettrica nel contesto urbano raggiunge i 370 chilometri, un dato soddisfacente e in linea con quello delle principali concorrenti dello stesso settore.

Non male anche l’autonomia in autostrada della Nissan Leaf e+, grazie a specifiche funzionalità che permettono di ottimizzare i consumi come l’ECO Mode per limitare la potenza erogata dal motore elettrico (quando possibile), oppure il B Mode per recuperare dell’energia in frenata. Nelle percorrenze autostradali l’autonomia rilevata arriva fino a 290 chilometri, sufficiente per andare ad esempio da Roma a Firenze o da Milano a Bologna con una sola ricarica.

Come ricaricare la Nissan Leaf e+

L’autonomia della Nissan Leaf e+ è garantita da un sofisticato sistema di ricarica, il quale consente di scegliere la modalità più adeguata in base alle proprie esigenze. L’auto è compatibile sia con l’opzione a corrente alternata (AC), sia con quella a corrente continua tramite lo standard ChaDeMo

L’auto giapponese può essere collegata alla rete elettrica domestica, con un tempo di ricarica di 11 ore e mezza per una ricarica completa della batteria da 62 kWh. Per velocizzare i tempi basta impiegare una wall box, una stazione di ricarica da installare alla parete del garage o del posto auto, per ridurre le tempistiche a circa 8 ore adoperando un caricabatterie da 7 kW.

Il metodo più veloce per ripristinare l’autonomia nella Leaf e+ consiste nell’usare i sistemi di ricarica ultraveloce da 480 V, utilizzando le colonnine elettriche con potenze fino 50 kW, per passare dal 20 all’80% di carica in appena 90 minuti. Per risparmiare sui costi dell’energia è possibile pianificare i tragitti in modo intelligente tramite il computer di bordo, oppure usare i servizi NissanConnect per impostare un timer per la ricarica.

Nissan Leaf e+: allestimenti e soluzioni di mobilità

La gamma della nuova Nissan Leaf e+ prevede diversi allestimenti differenti tra cui scegliere tra cui le versioni, N-Connecta, Tekna e 10th Anniversary. Nonostante una dotazione completa, il prezzo è la nota dolente della berlina giapponese, con un costo di listino piuttosto elevato e diversi optional a pagamento che possono far aumentare la spesa finale in modo considerevole.

In alternativa è possibile optare per il noleggio della Nissan Leaf, una soluzione che permette di pagare un canone mensile tutto compreso, nel quale sono inclusi diversi servizi come la manutenzione ordinaria e straordinaria. Inoltre, con il noleggio a lungo termine è possibile sostituire la macchina al termine del contratto con un modello tecnologicamente più avanzato.

Con il supporto del noleggio LeasePlan è possibile usufruire di un servizio dedicato per la mobilità elettrica integrata, con la possibilità di ottenere non solo un veicolo green adatto alle proprie esigenze ma anche una stazione di ricarica o una wall box compresa nel canone

Desideri informazioni su LeasePlan Italia? Clicca qui

Condividi questo
Pubblicato il 22 aprile 2021

22 aprile 2021
Condividi questo

Articoli correlati

Veicoli commercialiAuto aziendale: bene strumentale, uso personale o promiscuo 03 agosto - Tempo di lettura 4 minArrowRight
Veicoli commercialiNissan e-NV200: autonomia, dimensioni e accessori26 aprile - Tempo di lettura 5 minArrowRight
Veicoli commercialiTrasporti veloci e green, il business viaggia veloce con la Nissan e-NV200 elettrica19 marzo - Tempo di lettura 1 minArrowRight