smart-road

Smart Road: cosa sono e come cambieranno la mobilità

Tempo di lettura 5 minFuturo della mobilità
Con la realizzazione delle smart road le strade del futuro saranno più efficienti, sicure, tecnologiche ed ecosostenibili, favorendo la diffusione delle driverless car.
Condividi questo

Smart Road, la strada intelligente che cambia la mobilità

Le strade del futuro: ecco le nuove smart road

Per supportare l’innovazione nel campo della mobilità green e smart è necessario adeguare l’intera infrastruttura stradale, costruendo un ecosistema di servizi in grado di sostenere le nuove tecnologie. Ecco come saranno le smart road, le strade del futuro connesse, intelligenti e integrate.

Cosa vuole dire smart road

Una smart road è una strada intelligente, capace di interagire con i veicoli e tutte le strutture necessarie per la sicurezza, il comfort e la sostenibilità ambientale. Le auto infatti stanno diventando sempre più evolute grazie ad avanzati sistemi per la guida autonoma, tuttavia queste tecnologie non interagiscono direttamente con le strade.

Il rischio è di ritrovarsi tra qualche anno con veicoli sofisticati in grado di guidarsi da soli, ma senza un’infrastruttura adeguata capace di supportare queste tecnologie. Inoltre, la smart mobility permette di ridurre l’impatto ambientale legato alla circolazione dei veicoli, attraverso una gestione più efficiente dei flussi di traffico per diminuire la carbon footprint della mobilità.

Le strade intelligenti sono anche più sicure rispetto a quelle convenzionali, in quanto interagiscono in tempo reale con i veicoli, i semafori, le centrali di controllo del traffico e delle Forze dell’Ordine, i servizi di assistenza e la segnaletica stradale. Un sistema connesso e integrato aiuta a diminuire il rischio di incidenti, ridurre i tempi di percorrenza e le code.

Le smart road rappresentano dunque la struttura essenziale per la nuova mobilità, una tecnologia ibrida e multicanale con la perfetta integrazione tra online e offline. Il rinnovamento delle strade e la loro trasformazione in smart road accelererà la smart mobility, favorendo la massima sinergia tra veicoli connessi e autonomi e strade.

Come funziona una smart road

Una smart road è un’infrastruttura indispensabile per gli autonomous vehicles, specialmente per le auto a guida autonoma di livello 5, vetture senza pedali e volante capaci di spostarsi senza conducente. Già oggi alcune auto come la Tesla Model 3 possono viaggiare per lunghi tratti in maniera indipendente; tuttavia, i principali limiti a un ulteriore sviluppo provengono dalle strade. 

Quelle attuali non sono in grado di garantire standard di sicurezza adeguati; perciò, bisogna convertirle in smart road e renderle idonee alla mobilità smart del futuro. In Italia la sperimentazione delle driverless car è iniziata nel 2018 attraverso il cosiddetto Decreto Smart Road, con il quale il Ministero delle Infrastrutture e della Mobilità sostenibili può autorizzare progetti per le auto a guida autonoma e le strade intelligenti.

Le smart road richiedono una completa digitalizzazione delle arterie stradali urbane, extraurbane e autostradali, per sfruttare appieno le potenzialità delle nuove reti ultraveloci 5G. Inoltre, devono comunicare con tutti i veicoli in transito in modo ottimale, ad esempio fornendo informazioni in tempo reale sul traffico, le condizioni meteo ed eventuali incidenti o lavori in corso.

Allo stesso modo le smart road devono gestire tutti i servizi annessi alle strade, come le piazzole per la ricarica delle auto elettriche e le officine meccaniche, amministrando anche tutti gli imprevisti che possono capitare in strada. Per raggiungere questo risultato servono tecnologie avanzate in termini di connettività, intelligenza artificiale e utilizzo dei Big Data per migliorare i processi e automatizzarli.

Il progetto Smart Road ANAS

Nel nostro Paese uno dei progetti più importanti in merito alle smart road è quello promosso da ANAS, la società del gruppo FS Italiane che gestisce oltre 32 mila chilometri di strade e autostrade. L’azienda dispone di 21 sale operative compartimentali e una sala situazioni, inoltre si occupa della manutenzione di oltre 2 mila gallerie e 15 mila ponti e viadotti. 

Con ANAS Smart Road il gestore si è impegnato per lo sviluppo delle infrastrutture fondamentali per la smart mobility, per creare il supporto necessario alla diffusione delle auto a guida autonoma. Si tratta di un progetto da 1 miliardo di euro, cofinanziato dai contributi europei nell’ambito del programma Connecting Europe Facility e le reti Trans Europe TEN-T e dai fondi nazionali dell’iniziativa PON Infrastrutture e Reti del MIT.

L’investimento prevede l’implementazione di una piattaforma digitale complessa per la rete stradale, sostenuta da tecnologie di AI, IoT, la sensoristica evoluta, le connessioni a banda ultralarga e i sistemi di Big Data. L’obiettivo è costruire smart road per la mobilità low carbon, tecnologicamente avanzata e personalizzata per ogni utente della strada.

Ad esempio, è prevista la realizzazione delle Green Island, zone ecologiche lungo le smart road per ricaricare i veicoli elettrici con energia verde e rinnovabile. Inoltre, ANAS userà anche droni autonomi per il monitoraggio delle strade intelligenti, per migliorare la prevenzione degli incidenti, la manutenzione delle opere stradali e la sicurezza stradale

Smart mobility: come saranno le strade del futuro?

Le smart road del futuro saranno strade connesse, efficienti e ottimizzate per la mobilità ecosostenibile, infrastruttura a basso impatto ambientale più sicure e con meno traffico. I nuovi standard di connettività vedranno uno scambio di informazioni in tempo reale tra veicoli, strutture stradali, pedoni e dispositivi, un processo garantito e monitorato attraverso apposite piattaforme digitali. 

Nelle strade intelligenti l’auto potrà mandare una segnalazione automatica in caso di incidente, con l’invio immediato di un drone per monitorare la situazione e di mezzi di soccorso adeguati alla tipo di evento. La piattaforma di gestione della smart road potrà anche deviare i veicoli la presenza di traffico intenso, informando i mezzi connessi sui percorsi alternativi da seguire.

Le smart road sono al centro del Piano UE CCAM (Cooperative, Connected and Automated Mobility), un progetto di sviluppo della mobilità cooperativa, connessa e automatizzata in Europa. Secondo la Commissione Europea le smart road permetteranno di migliorare la sicurezza stradale, il comfort di guida e l’efficienza nella gestione del traffico, favorendo allo stesso tempo una maggiore interoperabilità.

Alcuni progetti sono ancora più innovativi, come l’iniziativa internazionale Arena del Futuro per la trasformazione dell’Autostrada Brebemi in una smart road zero carbon. In questo caso sarà utilizzata la tecnologia Dynamic Wireless Power Transfer, con la quale è possibile ricaricare i veicoli elettrici senza soste alle colonnine, attraverso la carica a induzione dinamica priva di contatto.

contact-block-nl-105-105 Iscriviti a What's next? la newsletter di LeasePlan Italia per ricevere le ultime notizie sul mondo automotive e contenuti premium direttamente via email.

ISCRIVITI
Condividi questo
Pubblicato il 13 ottobre 2021
13 ottobre 2021
Condividi questo

Articoli correlati

Modelli auto
Noleggio a lungo termine auto di lusso21 dicembre 2021 - Tempo di lettura 6 minArrowRight
Sostenibilità
Monopattino elettrico: i modelli dei maggiori brand 22 ottobre 2021 - Tempo di lettura 6 minArrowRight
Conducenti
Portapacchi auto: come scegliere quello giusto28 giugno 2021 - Tempo di lettura 4 minArrowRight