HiCar di Huawei: l'alternativa ad Android Auto

Tempo di lettura 4 minFuturo della mobilità
HiCar di Huawei, scopri su LeasePlan come funziona, come si usa e si installa l’alternativa ad Android Auto e ad Apple CarPlay.
Condividi questo

Le auto moderne sono sempre più intelligenti, infatti oggi è possibile gestire molte funzionalità direttamente con lo smartphone, oppure attraverso computer di bordo sofisticati. Al momento si possono utilizzare due applicazioni per la macchina, Android Auto e CarPlay di Apple, tuttavia anche Huawei ha deciso di entrare in questo mercato.

L’azienda cinese ha di recente presentato HiCar, un sistema con il quale l’interazione tra le persone e i veicoli sarà ancora più semplice e smart. Scopriamo le caratteristiche principali di Huawei HiCar.

HiCar Huawei: cos’è

HiCar è la nuova app di Huawei per la gestione delle funzionalità dell’auto, ancora in fase di perfezionamento ma potrebbe uscire già nei prossimi mesi. Si tratta di un programma avanzato, che si propone come alternativa a Apple CarPlay e soprattutto ad Android Auto, l’applicazione per la configurazione dei comandi legati ai dispositivi della macchina più utilizzata al momento.

Allo stesso modo di quanto avviene con le app Android e iOS, anche con Huawei HiCar è possibile controllare una serie di comandi all’interno del veicolo. Per farlo si può usare lo smartphone, collegando il device al computer di bordo tramite cavo USB o connessione Bluetooth/Wireless, per mostrare le informazioni sul display touchscreen dell’auto. In alternativa, alcune case automobilistiche potrebbero offrire l’integrazione di serie, per usare il sistema direttamente dallo schermo della macchina.

La tecnologia cinese per la smart mobility è compatibile con tutti i device mobili del marchio cinese, infatti è supportata dagli smartphone Huawei, compresi i telefoni dotati del nuovo sistema operativo proprietario HarmonyOS. Inoltre, l’azienda ha confermato la compatibilità con i dispositivi mobili Honor, perciò sarà possibile usare HiCar con tantissimi modelli come il 30 Pro, il 20S e lo X10 Max.

Huawei HiCar: come funziona la tecnologia del brand cinese?

Con HiCar di Huawei si possono gestire alcune funzionalità della vettura, soprattutto per quanto riguarda l’infotainment, ovvero tutto ciò che riguarda l’intrattenimento a bordo.

Ad esempio, è possibile avviare la riproduzione di brani musicali, sfruttando l’integrazione con le app per lo streaming audio e video, inviare messaggi tramite SMS o le app di messaggistica, oppure effettuare chiamate utilizzando l’attivazione automatica dell’impianto vivavoce della macchina.

Diverse sono anche le funzionalità avanzate:

si può configurare il consumo di aria condizionata, attivando il climatizzatore e impostando la temperatura desiderata; scegliere una destinazione e aprire il percorso all’interno delle mappe multimediali del navigatore satellitare; HiCar di Huawei è compatibile anche con i comandi vocali, per limitare le distrazioni durante la guida.

Particolarmente interessante è la funzione Attention Assist, un sistema davvero innovativo per aumentare la sicurezza stradale. Tra le novità dell’applicazione cinese, infatti, è stata introdotta la possibilità di monitorare in tempo reale le funzioni del veicolo, inoltre si può sincronizzare il software con i sensori della macchina e il sistema di bordo. In questo modo si possono ricevere avvisi e allarmi, per scongiurare colpi di sonno e allertare il guidatore in caso di perdita della concentrazione.

HiCar: auto compatibili con l’app Huawei

Secondo le fonti media cinesi, Huawei HiCar dovrebbe essere compatibile con 150 modelli di auto, inoltre è prevista l’integrazione del sistema smart cinese su più di 5 milioni di vetture nel 2021. Al momento, la tecnologia è supportata soltanto nei veicoli in Cina, da marchi come Toyota, Great Wall Motors e Dongfeng.

Quando uscirà Huawei HiCar?

Per il momento non è ancora nota la data di lancio di HiCar Huawei, infatti l’applicazione è stata presentata al Developer Conference 2019, tuttavia non sono state fornite indicazioni ufficiali sulla commercializzazione del servizio in Europa. I marchi compatibili dovrebbero essere una trentina, perciò sarà necessario vedere come procederanno gli accordi con le aziende automobilistiche del settore. Sicuramente nei prossimi anni queste tecnologie saranno sempre più presenti nelle auto moderne, in grado di offrire funzionalità estremamente avanzate.

Huawei, infatti, sta puntando alla completa integrazione dei suoi dispositivi, attraverso il nuovo sistema operativo del colosso cinese HarmonyOS. In questo modo tutti i device Huawei e Honor, dagli smartphone agli smartwatch, fino ai software preinstallati all’interno dei veicoli, forniranno un ecosistema unico per una gestione ottimizzata e personalizzata.

Ad esempio, in caso di perdita dell’attenzione alla guida, o di pericolo imminente rilevato dal sistema di bordo, lo smartwatch comincerà a vibrare e inviare avvisi sonori, per scongiurare collisioni e altri incidenti.

L’uscita di Huawei HiCar avverrà innanzitutto in Cina, dopodiché la nuova tecnologia sarà lanciata anche in Europa e nel resto del mondo. Le aziende hi-tech stanno puntando su servizi telematici esclusivi, compatibili con i propri dispositivi e sistemi operativi. Nei prossimi anni bisognerà dunque scegliere tra Huawei, Apple e Google, poiché molte applicazioni e programmi saranno utilizzabili soltanto sui device della stessa marca, una strategia che mira a fidelizzare i clienti e imporsi in un settore in grande crescita sempre più competitivo.

Huawei entra nel settore delle auto a guida autonoma e green

È noto che Huawei sta investendo molto nell’Automotive, proponendosi come fornitore di tecnologie avanzate per le case automobilistiche.

Tra i progetti più ambiziosi c’è la collaborazione con BAIC Blue Valley per realizzare una smart car, con Huawei sempre più intenzionata a entrare nel mercato delle auto elettriche. L’azienda cinese vuole diventare un player importante in Cina come fornitore di tecnologie, sfruttando il suo know-how nel 5G e nel software per sostenere lo sviluppo delle nuove Self Driving Cars.

In Europa la competizione è più complessa, tuttavia l’impresa cinese sta collaborando con alcuni marchi tedeschi prestigiosi, mettendo a disposizione tecnologie per la connettività, sensori e radar, offerti ad esempio nei progetti in partnership con Audi per la guida autonoma

Desideri informazioni su LeasePlan Italia? Clicca qui

Condividi questo
Pubblicato il 1 gennaio 0001

1 gennaio 0001
Condividi questo

Articoli correlati

Veicoli commercialiAuto aziendale: bene strumentale, uso personale o promiscuo 03 agosto - Tempo di lettura 4 minArrowRight
Veicoli commercialiNissan e-NV200: autonomia, dimensioni e accessori26 aprile - Tempo di lettura 5 minArrowRight
Veicoli commercialiTrasporti veloci e green, il business viaggia veloce con la Nissan e-NV200 elettrica19 marzo - Tempo di lettura 1 minArrowRight