auto-connesse-5g

Auto connesse e 5G, che rivoluzione

Tempo di lettura 2 minFuturo della mobilità
Ecco perché le auto connesse costituiranno la prossima rivoluzione della nostra mobilità
Condividi questo

Le auto connesse – grazie al 5G – costituiranno la prossima rivoluzione della nostra mobilità. Già perché questa tecnologia permetterà di sviluppare e realizzare veicoli con livelli sempre maggiori di automazione (ADAS) e sicurezza. Parallelamente, questo comporta una serie di nuove opportunità non solo per i produttori ma anche per tutte le aziende tecnologiche che operano nel settore della connettività e che possono trarre dei vantaggi dalla monetizzazione dei dati. Così arriva dal report “Connected Cars” – realizzato da Ericsson, in collaborazione con Arthur D. Little – un’analisi del prossimo futuro che ci attende.

Secondo lo studio l'obiettivo finale delle auto connesse è quello di arrivare a fornire veicoli completamente autonomi, ma il percorso è ancora molto lungo. Le auto con livello 1 di automazione sono ormai disponibili da diversi anni e rientrano nella categoria della “guida assistita”, che comprende funzionalità come il parcheggio assistito, cruise control adattivo e l’assistenza per il mantenimento della corsia.  Attualmente, sono disponibili al pubblico anche le auto con un livello 2 di automazione e offrono funzionalità quali cruise control sensibile al traffico e autosteer per il cambio di corsia. 

I veicoli con livello 3 di automazione, invece, sono ancora prodotti in misura limitata e permettono di eseguire tutti i compiti di guida in maniera autonoma, con la possibilità di un intervento umano in qualsiasi momento se necessario. I livelli 4 e 5 richiederanno più che semplici aggiornamenti tecnologici, perché questi veicoli dovranno essere soggetti a rigidi regolamenti, per l’elaborazione dei quali è necessario un iter lungo e complesso. Siamo, dunque, ancora a uno stadio di guida semi-autonoma, dove è richiesto un monitoraggio costante dell’ambiente di guida da parte dei conducenti umani.

Il 5G sarà un fattore abilitante chiave per consentire questo ulteriore step e permettere di aumentare la capacità della banda larga mobile multi-gigabit; liberare nuove bande di spettro, sfruttando l'aggregazione dei vettori e i sistemi d'antenna avanzati; abilitare comunicazioni time-critical a bassa latenza. Ma anche di trasmettere i dati in un arco di tempo desiderato specifico; ad es. meno di 50 ms di latenza con il 99,999% di affidabilità; connettere un elevato numero di veicoli e infine supportare un elevato numero di dispositivi di comunicazione, sia in uplink che in downlink.

La connettività, inoltre, può estendere il campo visivo di un’auto oltre la linea di vista del conducente e consentire funzioni cooperative, ma questo richiede una mappatura ad alta definizione (HD) e sensori precisi con connettività cellulare. Per garantire sempre la massima sicurezza, è fondamentale avere in ogni momento delle mappe accurate. Le mappe in HD devono essere sempre disponibili con gli ultimi aggiornamenti trasmessi in streaming all'auto, una funzione che richiede una connettività continua e affidabile. I sensori richiedono un'elevata larghezza della banda e anche una bassa latenza, in modo che le regolazioni della guida o le variazioni del delta possano essere comunicate. Tutte queste tecnologie richiedono la grande capacità di trasmissione, l'elevata larghezza di banda e la bassa latenza del 5G.

contact-block-nl-105-105 Iscriviti a What's next? la newsletter di LeasePlan Italia per ricevere le ultime notizie sul mondo automotive e contenuti premium direttamente via email.

ISCRIVITI
Condividi questo
Pubblicato il 30 settembre 2021
30 settembre 2021
Condividi questo

Articoli correlati

Modelli auto
Peugeot 3008: sceglierla come auto aziendale16 settembre 2021 - Tempo di lettura 5 minArrowRight
Conducenti
12 regole d’oro per rendere le strade più sicure28 luglio 2020 - Tempo di lettura 2 minArrowRight
Modelli auto
Renault Zoe: allestimenti, autonomia e tempo di ricarica30 gennaio 2020 - Tempo di lettura 4 minArrowRight