auto-in-gravidanza

Viaggiare in auto in gravidanza: consigli per la sicurezza

Tempo di lettura 5 minConducenti
Viaggiare in auto in gravidanza necessita di accortezze, così da garantire la massima sicurezza e comodità durante lo spostamento.
Condividi questo

Viaggiare in auto in gravidanza in totale sicurezza

Consigli utili per viaggiare in auto durante la gravidanza

È possibile viaggiare in auto in gravidanza adottando alcuni accorgimenti in termini di sicurezza, comfort e pianificazione degli spostamenti. Andiamo a scoprire i consigli utili per gestire al meglio le esigenze di mobilità delle donne in dolce attesa.

auto-in-gravidanza

Donne in gravidanza: viaggiare in auto è possibile o è meglio evitare?

Naturalmente è possibile sopportare viaggi in auto anche in gravidanza, ma servono alcune attenzioni per garantire la sicurezza della donna incinta e del bambino. Nel dettaglio, l’esperienza non deve essere solo sicura, ma anche confortevole e rilassante, così da evitare stress fisici e mentali inopportuni e potenzialmente pericolosi in queste circostanze.

Dal corretto utilizzo delle cinture di sicurezza, fino alla regolazione ottimale del sedile, esistono, infatti, diversi aspetti da considerare. In particolare, per spostamenti piacevoli e con meno rischi possibili per l’incolumità della donna in gravidanza e del bambino, è necessario valutare bene tre fattori principali: sicurezza; comfort; pianificazione. Analizziamo, quindi, più nel dettaglio come affrontare i viaggi in macchina in gravidanza, tenendo conto di questi tre fattori.

Consigli per la sicurezza dei viaggi in auto in gravidanza

Il primo aspetto che bisogna valutare durante un viaggio in macchina in gravidanza è ovviamente la sicurezza, minimizzando i potenziali rischi legati a un eventuale incidente. In questo caso è importante differenziare sull’uso dei dispositivi di sicurezza attiva e passiva in auto, poiché esistono alcuni dubbi comuni che possono portare a prendere decisioni errate.

Le cinture di sicurezza vanno sempre allacciate in gravidanza

Gli esperti sono concordi nel consigliare anche alle donne incinte di utilizzare sempre la cintura di sicurezza, persino negli ultimi mesi della gravidanza. Indossarle, infatti, è essenziale per ridurre l’intensità di un eventuale urto con il volante o altre superfici interne del veicolo, perciò, è d’obbligo mantenere attivo l’airbag sia nei casi in cui la donna incinta guidi la vettura, sia quando è la passeggera.

Come mettere la cintura in macchina in gravidanza

Vediamo insieme come adoperare al meglio la cintura di sicurezza durante la gravidanza, così da risolvere ogni tipo di preoccupazioni quando si viaggia in macchina:

Quando non si mette la cintura in gravidanza?

L’unica eccezione riguarda le donne per le quali l’impiego delle cinture di sicurezza è sconsigliato clinicamente, come previsto dall’articolo 172 del Codice della Strada. Infatti, la norma consente la circolazione senza l’uso di cinture, purché in possesso di una certificazione medica che attesti l’esonero dall’utilizzo di tale dispositivo per determinati rischi specifici

Lasciare attivi gli airbag dell’auto

Per non limitare la sicurezza del viaggiare in auto in gravidanza è indispensabile lasciare sempre in funzione gli airbag del veicolo, anche quando si utilizza la cintura e nelle ultime settimane prima del parto. Si tratta, infatti, di un sistema essenziale per ridurre l’intensità di un eventuale impatto, in grado di mitigarne gli effetti e ridurre la mortalità fetale.

Preferire veicoli con ADAS avanzati

Che si tratti di un’auto da noleggiare a lungo termine o da acquistare, i veicoli più sicuri per gli stati di gravidanza sono quelli dotati di sistemi ADAS evoluti, come il monitoraggio dell’angolo cieco, l’avviso del cambio di corsia o il controllo della stanchezza del conducente. Le tecnologie ADAS, infatti, consentono di prevenire urti e incidenti rendendo la guida più sicura.

Come assicurare il giusto comfort in macchina alle donne in gravidanza

Quando una futura mamma deve spostarsi in auto è importante che il viaggio sia confortevole e piacevole, diventa quindi necessario prendere alcuni accorgimenti. Innanzitutto, ovviamente, è necessario che lo schienale sia ad angolo retto, regolando la posizione del sedile in modo da assecondare il trascorrere dei mesi dello stato interessante.

In secondo luogo, per evitare fastidi o dolori durante la gravidanza dovuti ai sobbalzi in macchina è possibile usare un cuscino sottile per la schiena, così da assorbire meglio le irregolarità del manto stradale e ridurne anche le vibrazioni nell’abitacolo. Negli ultimi mesi di gravidanza molte donne trovano sollievo nell’adoperare anche una fascia pelvica: un dispositivo che posizionato sul basso ventre è predisposto a migliorare il comfort quotidiano.

Un’altra accortezza da non sottovalutare è quella di indossare calzature e abiti comodi e traspiranti, così da riceverne un ottimo stato di relax e rendere lo spostamento più gradevole. Inoltre, se necessario, è importante l’uso del climatizzatore dell’auto, così da mantenere gli interni del veicolo in una temperatura ottimale.

Cosa valutare nella pianificazione di un viaggio in auto in gravidanza

Un aspetto da considerare per viaggiare in auto in gravidanza è la pianificazione degli spostamenti, così da minimizzare i potenziali disagi di una mancata, preventiva, organizzazione. Con gli accorgimenti giusti è possibile affrontare anche un lungo viaggio in macchina, pur restando consigliabile farlo solo se strettamente necessario.

Quante ore in macchina in gravidanza?

Data la condizione di stress prevedibile, diventa naturale, durante la gravidanza, preferire gli spostamenti brevi o di media durata, proprio perché i viaggi lunghi sono più complessi da gestire. Volendo stabilire una media, sarebbe meglio non superare le 5 ore, evitando ulteriori affaticamenti e stress; in qualunque caso, saranno probabilmente necessarie più fermate intermedie. Del resto, pianificare bene lo spostamento serve soprattutto a programmare delle soste, durante le quali poter ritrovare un certo equilibrio: riposarsi, recarsi alla toilette, fare un po’ di stretching; tutto può aiutare.

Preferire le rotte più comode

Se si deve affrontare un viaggio in macchina quando si è in gravidanza è necessario che l’itinerario ne consideri soprattutto le esigenze, limitando tutti i fattori di stress e affaticamento. In particolare, è una buona norma individuare i percorsi migliori, tenendo conto di alcuni fattori come: le condizioni del manto stradale; la presenza di aree di sosta; la velocità di percorrenza.

Evitare le ore più calde e più fredde della giornata

La pianificazione del viaggio in auto in gravidanza deve considerare anche le condizioni ambientali, ad esempio evitando di guidare durante le ore più calde in estate o quelle più fredde in inverno. Bisogna anche utilizzare degli accorgimenti che migliorano il comfort della donna incinta, come l’uso di tendine parasole oppure il rifornimento o la ricarica del veicolo prima di partire per evitare soste aggiuntive che allungano il viaggio.

Portarsi dietro tutto il necessario per il viaggio

Una donna in gravidanza potrebbe soffrire il mal d’auto, sentirsi spossata durante il viaggio o anche disidratata. In queste circostanze per essere preparati, basta portare a bordo alimenti salutari da consumare in caso di necessità, dell’acqua fresca da bere e, eventualmente, dei rimedi per la chinetosi prescritti dal proprio medico: da usare qualora fossero indispensabili durante il tragitto.

Condividi questo
Pubblicato il 13 ottobre 2023
Questo articolo è stato utile?
13 ottobre 2023
Condividi questo

Articoli correlati

Modelli auto
Nissan Qashqai e-Power: autonomia, scheda tecnica prestazioni29 agosto 2023 - Tempo di lettura 5 min
Modelli auto
Audi Q2: perché noleggiare a lungo termine12 ottobre 2022 - Tempo di lettura 5 min
Modelli auto
Renault Zoe: allestimenti, autonomia e tempo di ricarica30 gennaio 2020 - Tempo di lettura 4 min