pass-rosa

Pass-rosa: sosta per donne in gravidanza o con figli

Tempo di lettura 4 minConducenti
Con l’aggiornamento del Codice della Strada il parcheggio rosa è oggi riconosciuto dalla legge, per garantire la massima mobilità alle donne in gravidanza con figli piccoli.
Condividi questo

Pass o Permesso Rosa per donne in gravidanza o con figli

Parcheggio rosa: di cosa si tratta e come richiederlo

Le nuove regole del Codice della Strada riconoscono definitivamente le agevolazioni per il parcheggio rosa, con la sosta gratuita in punti strategici delle città per le donne in gravidanza e le neomamme con figli fino a 2 anni d’età. Ecco come richiedere il pass rosa, come funziona esattamente e quali sono le sanzioni per i trasgressori.

Che cos’è il parcheggio rosa

Con il DL Infrastrutture è stato approvato un importante aggiornamento al Codice della Strada, introducendo il permesso rosa per i parcheggi per le donne in gravidanza o con figli fino a 2 anni e nuove sanzioni in caso di violazioni. Si tratta di una novità importante per tutelare le donne in dolce attesa o con figli piccoli, un segnale che dimostra una maggiore attenzione nei confronti di questa tematica.

Il pass rosa e i parcheggi riservati già esistevano prima di settembre 2021, tuttavia non erano regolati dal Codice della Strada ma erano considerati un servizio di cortesia. L’adeguamento normativo rappresenta un traguardo essenziale per la parità di genere, in quanto riconosce un diritto fondamentale per le donne incinte e le neomamme. 

In particolare, viene garantita alle donne la possibilità di spostarsi in modo più agevole durante la gravidanza o con un neonato al seguito, rimuovendo alcune barriere esistenti nelle nostre città. In questo modo si riduce il rischio che le difficoltà legate alla mobilità possano spingere le donne ad uscire dal mondo del lavoro, incentivando una maggiore uguaglianza tra i generi.

Ciò è ancora più importante in un Paese come l’Italia, in cui il tasso di natalità continua a scendere mentre aumenta l’invecchiamento della popolazione. Si tratta di un sostegno utile per le famiglie e le donne, per garantire la possibilità di spostarsi in città in maniera più agile e sicura, assicurando maggiori diritti in un momento delicato della vita.

Come funziona il contrassegno per il parcheggio rosa

Il nuovo decreto prevede gli stalli rosa, ovvero dei parcheggi riservati alle donne in gravidanza oppure ai genitori che hanno dei figli fino a 2 anni d’età. In precedenza, i posti dedicati rimanevano a discrezione delle amministrazioni locali, mentre adesso sono contemplati dalle norme di legge e diventano a tutti gli effetti un diritto. 

Le zone di sosta per le mamme e le donne incinta sono localizzate nelle aree in cui parcheggiare è complicato, oppure nelle zone più frequentate. Gli automobilisti devono lasciare questi spazi liberi, infatti per stazionare il proprio veicolo serve un apposito pass rosa, un permesso che consente di parcheggiare la vettura senza incorrere nelle sanzioni.

I parcheggi rosa sono dislocati nei luoghi in cui sono presenti servizi essenziali, come scuole, parchi pubblici e ospedali, per garantire una sosta rapida e vicina alla destinazione. Inoltre, sono realizzati posti auto riservati anche nei pressi di asili, banche, ASL e uffici postali, mete strategiche per le famiglie con bambini piccoli e le donne in gravidanza.

Il parcheggio è gratuito nelle zone a pagamento e senza limiti di orario nelle aree di sosta soggette a restrizioni, basta esporre il contrassegno del parcheggio rosa nel veicolo. Anche il rilascio del pass rosa è gratuito, senza nessun tipo di costo per le richiedenti né spese per l’emissione dell’autorizzazione, tuttavia è richiesta la presenza in auto della persona che usufruisce dell’agevolazione.

Come richiedere il pass rosa

Per il rilascio del permesso rosa bisogna effettuare la richiesta al proprio comune di residenza, utilizzano i servizi digitali dell’amministrazione locale o recandosi presso gli uffici comunicali di riferimento. In alternativa è possibile inviare la domanda al Comando della Polizia Municipale, oppure allo Sportello Unico digitale della Polizia Locale.

Una volta scaricato online il modello, disponibile ad esempio sul portale pa-online.it, bisogna compilare il modulo inserendo le proprie generalità, il luogo di residenza e aggiungendo un’autodichiarazione dello stato di gravidanza o della presenza di figli fino a 2 anni d’età. Inoltre, è necessario allegare alcuni documenti, come la carta d’identità, la carta di circolazione del veicolo e un documento che attesti la gravidanza.

Per i bambini già nati è necessario allegare il certificato medico, oppure in alternativa un’autocertificazione che indichi la nascita del figlio. Il pass rosa viene rilasciato in genere in 5 giorni lavorativi, con l’invio in formato elettronico al proprio indirizzo di posta elettronica. Dopodiché bisogna stampare il permesso rosa, oppure averlo sempre con sé nel proprio smartphone in caso di controlli.

Le sanzioni per i trasgressori del pass rossa

Per gli automobilisti che sostano nei parcheggi rosa senza permesso sono previste severe sanzioni, come disciplinato dal DL Infrastrutture. Nel dettaglio, le Forze dell’Ordine possono applicare una multa da 168 a 672 euro, rilasciata anche per chi sosta nei posti riservati ai disabili e in altre zone riservate, con sanzioni maggiorate per la sosta nelle zone pedonali. 

Il pass rosa viene rilasciato al veicolo, quindi il parcheggio è autorizzato soltanto se a bordo della vettura si trova un bambino fino a 2 anni o una donna in gravidanza. Al contrario, non è possibile sostare l’auto in assenza della persona che usufruisce di tale agevolazione, altrimenti si rischiano le sanzioni previste dal nuovo Codice della Strada. 

contact-block-nl-105-105 Iscriviti a What's next? la newsletter di LeasePlan Italia per ricevere le ultime notizie sul mondo automotive e contenuti premium direttamente via email.

ISCRIVITI
Condividi questo
Pubblicato il 27 ottobre 2021
27 ottobre 2021
Condividi questo

Articoli correlati

Modelli auto
Noleggio a lungo termine auto di lusso21 dicembre 2021 - Tempo di lettura 6 minArrowRight
Modelli auto
Auto pronta consegna a noleggio 09 dicembre 2021 - Tempo di lettura 4 minArrowRight
Modelli auto
Toyota Mirai: autonomia, interni e scheda tecnica31 maggio 2021 - Tempo di lettura 4 minArrowRight