multe-per-lanci-oggetti-finestrino

Servono pene più dure per chi lancia oggetti dal finestrino

Tempo di lettura 2 minConducenti
Secondo un sondaggio Nielsen gli italiani vorrebbero multe più dure per chi lancia oggetti dalle auto
Condividi questo

È una indagine Nielsen, commissionata da Prima Assicurazioni, a svelare che gli italiani vorrebbero sanzioni più dure contro chi getta sigarette o cartacce dal finestrino. Secondo la ricerca infatti l’inasprimento delle sanzioni per chi lancia oggetti dal finestrino mette d’accordo quasi tutti gli italiani, ma per oltre uno su due la stretta arrivata con il nuovo Codice della strada non è ancora sufficiente. La multa è passata da un massimo di 52 euro a un massimo di 204, ma può arrivare adesso fino a 866 euro se viene riconosciuta l'aggravante per chi "insozza la strada", contro i 433 euro precedenti.

Di fronte a questa stretta, l’89,5% degli intervistati ritiene che un aumento delle multe fosse doveroso, ma solo il 26% ritiene le multe adeguate. Per il 53% le nuove sanzioni non sono abbastanza per punire un comportamento che ritengono pericoloso, oltre che maleducato. Appena il 10,5%, pur essendo d’accordo con l’aumento delle multe, ritiene che le sanzioni siano troppo severe e sproporzionate, mentre il 4,0% afferma che le multe erano giuste così com’erano in precedenza e non c’era alcun bisogno di inasprirle. Appena il 3,5% degli intervistati crede che ricorrere a multe sia eccessivo per questi comportamenti e basterebbe insegnare la buona educazione, mentre il 3,0% non ha un’opinione.

Ecco, nel dettaglio, come gli italiani hanno risposto al quesito: dal 1° gennaio 2022 è in vigore il nuovo Codice della strada che aumenta le sanzioni, tra l'altro, contro chi lancia dal finestrino in strada rifiuti, semplici oggetti e sporcizia, come sigarette o cartacce. Sei d'accordo con questo inasprimento?

Sì, sono d'accordo con la stretta e le nuove e più severe sanzioni non sono ancora abbastanza 53,0%

Sì, sono d'accordo con la stretta e le nuove e più severe sanzioni sono giuste e proporzionate 26,0%

Sì, sono d'accordo con la stretta, ma ritengo le nuove sanzioni sproporzionate e troppo punitive 10,5%

No, non sono d'accordo con la stretta e le precedenti sanzioni erano giuste e proporzionate 4,0%

No, non sono d'accordo con la stretta e credo che ricorrere alle multe sia eccessivo per questi comportamenti: basterebbe insegnare la buona educazione 3,5%

Non so rispondere/Non ho un'opinione 3,0%

Condividi questo
Pubblicato il 9 marzo 2022

Per saperne di più
9 marzo 2022
Condividi questo