Bollo auto 2021: novità e proroghe

Tempo di lettura 4 minConducenti
La pandemia di Covid-19 ha costretto Enti locali e Istituzioni centrali alla concessione di maggiore flessibilità sul pagamento del bollo auto, offrendo una serie di sospensioni e soluzioni più versatili per il saldo delle tasse automobilistiche.
Share this

Novità e proroghe sul bollo auto 2021

Poiché molte misure previste per il 2020 sono terminate è necessario considerare le novità introdotte con gli ultimi provvedimenti. Ecco tutto quello che bisogna sapere sul bollo auto 2021

Tutte le novità sul bollo auto 2021

Per quanto riguarda le novità in merito alla tassa automobilistica, nel 2021 non ci dovrebbero essere particolari rivoluzioni, ad eccezione delle iniziative adottate dalle singole Regioni. Diverse Amministrazioni locali, infatti, stanno introducendo sconti ed esenzioni per le auto ecologiche elettriche e ibride.

La principale innovazione è il pagamento del bollo auto con PagoPA, un sistema digitale per i servizi della Pubblica Amministrazione. Dal primo gennaio 2020 è necessario effettuare il pagamento del bollo auto attraverso questo circuito, online o fisicamente, utilizzando uno dei seguenti canali:

  • servizi di internet banking;
  • app o sito web della Regione;
  • ATM bancari evoluti;
  • uffici postali e Postamat;
  • punti vendita Sisal e Lottomatica;
  • sito web dell’Agenzia delle Entrate;
  • app dei PSP autorizzati;
  • sito web e agenzie ACI.

Sconto del 15% sul bollo auto in Lombardia La Regione Lombardia ha previsto anche uno sconto del 15% sul bollo auto, valido per chi decide di domiciliarne il pagamento sul proprio conto corrente bancario. La riduzione vale anche per le persone giuridiche, fino a un numero massimo di 50 veicoli, mentre al di sopra di 50 vetture lo sconto diventa del 10%.

Contrasto all’evasione fiscale Un’altra novità sul bollo auto 2021, entrata in vigore dal 2020, è l’attività di contrasto all’evasione della tassa automobilistica. Le norme consentono oggi alle Regioni l’accesso alle informazioni delle banche dati ACI e PRA, in questo modo possono incrociare i dati sui pagamenti con quelli sui veicoli e rilevare ogni irregolarità.

Novità pagamento bollo auto per i veicoli a noleggio Confermata anche la norma sul bollo auto dei veicoli a noleggio, la cui responsabilità ricade ora sugli utilizzatori del veicolo e non sulle società di autonoleggio. Tuttavia, molte imprese continuano ad offrire il pagamento della tassa incluso nel canone, mantenendo la semplificazione dei servizi garantita dal noleggio a lungo termine

Proroga pagamento bollo auto 2021

Il pagamento del bollo auto nel 2021 si svolgerà normalmente, quindi dopo un 2020 caratterizzato da proroghe e sospensioni, il prossimo anno le scadenze seguiranno le dinamiche tradizionali. In particolare, la tassa automobilistica deve essere pagata entro il mese successivo a quello di immatricolazione.

L’unica eccezione riguarda la Lombardia, dove la scadenza è l’ultimo giorno del mese di immatricolazione dell’auto. Ad ogni modo, è ancora valida la norma del DL n. 129 del 20/10/2020 sul bollo auto sospeso per Covid, con la possibilità di pagare l’imposta in scadenza dall’8 marzo al 31 dicembre 2020 entro il 31 gennaio 2021.

Tuttavia, si tratta della normativa nazionale, soggetta alle decisioni delle singole Regioni, per questo motivo è fondamentale verificare scadenze e proroghe attraverso il sito dell’Amministrazione locale di riferimento. Ad esempio, la Regione Emilia-Romagna ha scelto di consentire il pagamento del bollo in scadenza a dicembre 2020 fino al 31 marzo 2021, senza nessun tipo di aggravio.

Esenzioni bollo auto 2021

Anche sulle esenzioni del bollo auto 2021 esistono delle normative nazionali ma le Regioni possono applicare delle alterazioni, dunque è indispensabile consultare sempre il sito dell’Ente locale. In generale, non devono versare la tassa automobilistica i soggetti disabili, ovvero le persone che rientrano nei parametri della Legge 104.

Allo stesso modo sono previste delle esenzioni per il pagamento del bollo auto nel 2021 per le auto ecologiche, con molte Regioni che offrono un’esclusione dal versamento della tassa automobilistica da 3 a 5 anni. Inoltre, non devono pagare l’imposta i proprietari di auto storiche, purché i veicoli abbiano più di 30 anni di vita.

Sul bollo delle auto elettriche quasi tutti gli Enti propongono 5 anni di esenzione, misura spesso ampliata anche ai veicoli a idrogeno. La Lombardia fornisce uno sconto del 50% per le auto ibride senza rottamazione, altrimenti garantisce un’esenzione di 3 anni valida anche per le vetture a benzina o bifuel Euro 5 o 6.

Infine, rimane in vigore anche per il 2021 il Superbollo, una norma con la quale si applica una maggiorazione alle auto con potenza del motore superiore a 185 kW (250 cv). Nel dettaglio, l’aggravio è di 20 euro per ogni Kilowatt in più, mentre al di sotto di questa soglia non sono previsti aumenti per il bollo auto 2021. 

Come pagare il bollo auto 2021

Per il pagamento del bollo auto 2021 sono valide le scadenze normali, quindi si parte con il primo versamento da effettuare entro il mese successivo a quello di immatricolazione del veicolo. Dopodiché la cadenza è annuale, seguendo sempre le stesse modalità, quindi chi ha il bollo in scadenza ad aprile 2021 deve versare la tassa entro il 31 maggio 2021.

Il pagamento può essere effettuato tramite il sistema PagoPA, sebbene rimangano autorizzati anche i metodi tradizionali. In questo caso, dunque, è possibile saldare l’imposta negli uffici postali, presso gli sportelli bancari, nei punti vendita Lottomatica e Sisal o nelle agenzie ACI.

Il pagamento online del bollo può essere realizzato attraverso i servizi di online banking, il sito dell’Agenzia delle Entrate, il portale web dell’ACI, gli sportelli automatici bancari e postali. Per il controllo del pagamento basta usare i servizi telematici del Portale dell’Automobilista, utilizzando la targa per verificare scadenze e pendenze.

L’importo del bollo auto 2021 non subisce variazioni, quindi si calcola sempre con gli stessi parametri del 2020, in base alla potenza del veicolo espressa in Kilowatt e alla classe ambientale. Queste informazioni si possono trovare le Documento Unico di circolazione e proprietà, il nuovo certificato digitale dell’auto che riunisce il certificato di proprietà e il libretto di circolazione.

Desideri informazioni su LeasePlan Italia? Clicca qui

Share this
Pubblicato il 15 dicembre 2020

15 dicembre 2020
Share this