Come scegliere le catene da neve

4 dicembre 2019

Guida alla scelta delle catene da neve per la tua auto

Dal 15 novembre è entrato in vigore l’obbligo delle catene a bordo, misura prevista in tutti i tratti stradali dove esiste il pericolo di nevicate. Per evitare di incorrere in sanzioni, oltre a mettere in pericolo la propria incolumità, è importante dotarsi subito di catene adeguate alle caratteristiche tecniche della propria vettura.

Vediamo come scegliere le catene da neve giuste per la propria auto e quanto costano i vari modelli.

 

Come scegliere le catene da neve giuste?

Con l’arrivo della stagione invernale è necessario mettersi in regola con le normative di legge, rispettando gli obblighi previsti dal Codice della Strada e dalle disposizioni regionali. Sebbene con gli pneumatici invernali è possibile transitare nei tratti soggetti a restrizioni, è comunque consigliabile avere sempre a bordo delle catene da neve, qualora la situazione dovesse essere particolarmente complessa.

Si tratta di dispositivi di sicurezza che aumentano l’aderenza delle gomme al manto stradale, tuttavia è fondamentale scegliere il modello giusto per la propria auto. Per farlo bisogna controllare le caratteristiche tecniche degli pneumatici e delle ruote, considerando anche i percorsi da affrontare. Le misure delle catene da neve partono da 13 pollici, per arrivare fino a un massimo di 17 pollici, mentre per misure superiori significa che le ruote non sono catenabili.

I modelli classici sono quelli manuali, ovvero dove bisogna montare i supporti e stringerli intorno alla ruota della macchina con i tiranti, assicurandosi che siano stretti ma senza tensioni eccessive. In alternativa esistono dei dispositivi più costosi, che propongono un meccanismo automatico per la messa in tensione, semplificando tale operazione e migliorando la sicurezza stradale durante la marcia.

L’opzione migliore in assoluto sono le catene a ragno, poiché durano molto più a lungo rispetto a quelle standard, inoltre, sono piuttosto facili da installare e non rischiano di danneggiare altre componenti dell’auto, come ad esempio i cerchioni.

Trattandosi di catene da neve più avanzate sono dunque più care, quindi è consigliabile acquistarle soltanto se si guida spesso su strade innevate, altrimenti è sufficiente un modello universale di fascia media.

Come si montano le catene da neve?

Non basta acquistare le catene per sentirsi sicuri, infatti è fondamentale fare pratica e capire come montare questi dispositivi, poiché nel momento del bisogno il tempo a disposizione è poco, senza contare che è meglio non passare troppo tempo fuori al freddo.

Innanzitutto, bisogna fermarsi in un’area di sosta, oppure in un punto in cui non si mette a rischio la propria incolumità, soprattutto in condizioni di bassa visibilità.
A questo punto è necessario:

  • aprire le catene;
  • controllare che la maglia sia completamente districata;
  • sistemarla nella parte posteriore della ruota;
  • alzarla e fissarla nella parte superiore dello pneumatico, collegando le varie estremità con gli appositi ganci in dotazione;
  • prendere il tirante, solitamente di colore diverso dal resto della struttura, per stringere la maglia metallica intorno alla ruota.

Meglio le catene da neve o le gomme invernali?

Come noto dal 15 novembre al 15 aprile vige in molti tratti l’obbligo delle catene, tuttavia è possibile ovviare a tale restrizione montando degli pneumatici invernali.

Si tratta di una soluzione preferibile se si guida spesso su strade innevate, o soggette alle limitazioni alla circolazione, infatti in questo modo non bisogna fermarsi in presenza di neve, inoltre è possibile contare su un’aderenza migliore rispetto alle catene.

Al contrario chi non si trova spesso in queste situazioni può optare per le catene, che risultano più pratiche e soprattutto meno care rispetto agli pneumatici termici, specialmente se l’utilizzo è limitato a qualche gita fuori porta oppure a delle occasioni speciali.

In condizioni estreme anche le gomme da neve possono montare le catene, sebbene nella maggior parte dei casi ciò non sia necessario, quindi come sempre la scelta dipende dalle proprie necessità.

Desideri informazioni su LeasePlan Italia? Clicca qui