Salone di Ginevra 2019: novità auto ibride ed elettriche

9 aprile 2019

Salone di Ginevra 2019: protagoniste le auto a bassi consumi, elettriche e ibride

L’edizione 2019 del Salone di Ginevra ha sancito un passaggio storico, il cambio di rotta intrapreso dalle case automobilistiche verso le auto elettriche e ibride, con il definitivo abbandono dei motori termici a combustione. Ovviamente non sarà un passaggio improvviso, si tratterà infatti di una trasformazione radicale che richiederà ancora diversi anni, tuttavia è ormai chiaro come tutte le aziende del settore stiano investendo nelle auto a bassi consumi, comprese le società di autonoleggio.

Tra le novità del Salone di Ginevra 2019 spiccano la concept car Lagonda, il SUV elettrico di lusso della Aston Martin, i nuovi modelli ibridi ed elettrici dell’Audi tra cui la Q4 e-Tron, la supercar elettrica da 2.000 cv disegnata da Pininfarina e la BMW 330e ibrida.

Al Geneva International Motor Show è stato quindi record di vetture ecologiche, con oltre 15 modelli totalmente elettrici, molti dei quali saranno disponibili già a partire dal 2019, mentre per gli altri bisognerà attendere ancora qualche anno.

 

Tutti i veicoli full-electric del salone di Ginevra 2019

Tra le case automobilistiche che si trovano più avanti, con tecnologie elettriche affidabili pronte per la commercializzazione, le aziende tedesche sono sicuramente tra le più avanzate. Ad esempio, l’Audi ha mostrato il prototipo della Q4 e-Tron, una concept car che dovrebbe debuttare sul mercato a partire dal 2021. Questo SUV ipertecnologico di medie dimensioni era sicuramente una delle novità più atteseal Salone di Ginevra, costruito con la nuova piattaforma modulare MEB.

Dotato di due potenti propulsori elettrici, in grado di erogare una potenza complessiva di 305 cv, può andare da 0 a 100 Km/h in soli 6,3 secondi, raggiungendo una velocità autolimitata di 160 Km/h, per mantenere bassi i consumi energetici, e un’autonomia di oltre 450 chilometri. All’interno la tecnologia garantisce una sicurezza di guida elevata, con sofisticati sistemi di frenata automatica, sensori di marcia e anticollisione, un display virtuale con proiezione dei dati sul parabrezza e una console touchscreen.

Altrettanto apprezzata è stata la Volkswagen e-Buggy, un altro concept realizzato con la struttura modulare MEB, il cui aspetto ricalca quello delle dune buggy degli anni ‘70. Si tratta di un veicolo a emissioni zero, pensato per chi vuole unire alla guida anche un po’ di sano divertimento, con un motore elettrico da 204 cv, un’autonomia di 250 Km e un’accelerazione da 0 a 100 Km/h in soli 7,2 secondi. Presentata anche la Volkswagen I.D., una berlina elettrica i cui preordini partiranno già dall’8 maggio 2019, con 170 cv e sistema a ricarica rapida, che consente di raggiungere l’80% in appena 30minuti.

Anche la Skoda punterà sui veicoli elettrici, infatti ha portato al Salone di Ginevra 2019 la concept car Vision IV. Questo piccolo SUV, anch’esso costruito sulla piattaforma MEB, avrà una propulsione totalmente elettrica, mentre in vendita da quest’anno ci sarà invece la versione elettrica della Skoda Citigo,una piccola utilitaria economica, ma efficiente. In tutto la casa automobilistica introdurrà ben 10 modelli elettrici entro il 2022, per trasformare l’intera gamma passando a una soluzione più ecologica.

Altri modelli elettrici presentati al salone dell’auto di Ginevra sono stati la citycar Citroen C-Zero, la Ami One Concept, una microcar con un peso di appena 425 chili, la Honda Urban EV digitale a zero emissioni e la Battista, una berlina elettrica sportiva disegnata da Pininfarina, con due propulsori green per unapotenza di 1.900 cv e una velocità massima di 300 Km/h. Linee futuristiche anche per la Aston Martin Lagonda, in produzione dal 2022, un SUV di lusso di grandi dimensioni a quattro posti,che dovrebbe garantire prestazioni da vera sportiva e un comfort eccellente.

Tecnologia ibrida: i modelli presentati al Salone di Ginevra 2019

A Ginevra il salonedell’auto non ha visto soltanto la presenza delle auto elettriche del futuro, ma anche una grande partecipazione di modelli ibridi, una tecnologia matura e pronta alla commercializzazione di massa, in grado di offrire un compromesso tra prestazioni, autonomia, consumi ed emissioni. Tra le novità assolute la versione ibridaplug-in dell’Audi Q4 e-Tron, insieme ai modelli Hybrid dell’Audi Q5, A7e-Tron e A8, equipaggiati con nuove batterie più potenti.

Tecnologia ibrida anche per la BMW, che ha svelato a Ginevra le ammiraglie hybrid plug-in tra cui la 754e. Sotto i riflettori anche le versioni ibride della nuova Serie 7, disponibili sia per il modello tradizionale che per quello a passo lungo, e la xDrive atrazione integrale. Il motore è un propulsore a 6 cilindri, con una potenza di 394 cv e un’autonomia in modalità elettrica di 58 Km, mentre le emissioni vanno da 48 a 52 grammi di Co2 per chilometro.

L’altra tedesca Volkswagen ha anch’essa presentato delle vetture ibride, che saranno sempre più presenti nella gamma della Golf e della Passat. Esposta al Salone di Ginevra 2019 la Passat GTE Hybrid Plug-in, una vettura in grado di percorrere 55 Km con il solo motore elettrico, la cui prevendita inizierà a maggio di quest’anno, con la consegna dei primi veicoli ibridi soltanto a fine agosto, a cominciare dalla Germania.

Il gruppo Fiat sta tentando di recuperare il tempo perso con il marchio Jeep, che a Ginevra ha acceso i riflettori sulle versioni ibride PHEV di Renegade, Compass eWrangler. Anche in questo caso si tratta di una soluzione tecnica ibrida plug-in, con motore elettrico e benzina da 1.3 cc, per una potenza complessiva di 240 cv e circa 50 Km di autonomia in modalità total electric, con emissioni medie di 50 grammi di Co2 per Km e un’accelerazione 0-100 Km/h in 7 secondi.

A chiudere il Salone 2019 di Ginevra, per quanto riguarda il settore delle ibride, la Subaru Crosstrek Hybrid con il nuovo propulsore Subaru e-boxer, che recupera l’energia durante la marcia e le frenate per ricaricare il piccolo motore elettrico, presto in vendita in Giappone, Europa e Nord America.

Infine, bisogna segnalare un progetto coraggioso, quello di Puritalia, che ha realizzato una supercar che unisce tecnologia ibrida, prestazioni e design made in Italy concentrate nella Berlinetta, un’auto da 965 cv che verrà prodotta in soli 150 esemplari, con prenotazioni già avviate proprio a Ginevra.

Desideri informazioni su LeasePlan Italia? Clicca qui