Al via la Mille Miglia 2018, la corsa delle auto da sogno

Al mondo non esiste corsa automobilistica più affascinante e ricca di storia della mitica 1000 Miglia, una vera e propria sfilata delle migliori auto d’epoca esistenti oggi sul pianeta. Come suo solito anche la Mille Miglia 2018 ha riscosso un grande successo di partecipanti e di pubblico, portando le macchine storiche più belle del mondo da Brescia a Roma e ritorno, toccando borghi, centri storici, campagne e colline alla scoperta dei meravigliosi paesaggi del nostro Paese. Un connubio speciale quello tra la corsa automobilistica e l’Italia, in grado di valorizzare il Made in Italy e l’eccezionalità della nostra storia.

6 giugno 2018

I numeri e il programma della Mille Miglia 2018

La corsa più bella del mondo, come viene chiamataspesso la 1000 Miglia, ha preso ilvia il 16 maggio a Brescia per arrivare a Roma e concludersi nuovamente nellacittà bergamasca il 19 di maggio. Quattro giorni all’insegna della passioneautomobilistica e del fascino senza tempo che solo le migliori auto d’epocasanno suscitare, coinvolgendo come ogni edizione grandi e bambini, siaappassionati che semplici curiosi. Anche quest’anno la corsa ha battuto tutti irecord di pubblico e di partecipanti, con oltre 785 persone iscritteprovenienti da 44 Paesi differenti e 450automobili in gara. Il programma ha impegnato le macchine lungo un percorsodi 1740 Km, con 112 provecronometrate e 6 competizioni sulla media oraria.
Grande partecipazione come sempre dell’Italia con oltre 285 persone iscritte, seguita dall’Olanda, dalla Germania e dallaGran Bretagna. Ottima l’affluenza del pubblico in ogni tappa della 1000 Miglia,soprattutto nei passaggi cittadini avvenuti nel cuore di Milano, all’Autodromodi Monza, nella capitale e ovviamente a Brescia. Sono state particolarmenteapprezzate le due manifestazioni parallele alla corsa storica, che quest’annoha ospitato il Ferrari Tribute to 1000Miglia e il Mercedes-Benz 1000Miglia Challenge, dove la modernità e la storia dell’automobilismo si sonoincontrate per la felicità degli spettatori presenti.

Il percorso dettagliato della 1000 Miglia 2018

L’itinerario dell’edizione 2018 della storica corsa delle Mille Miglia si è svolto in 4 tappe, che hanno permesso alle affascinanti auto d’epoca di passare per importanti città come Ferrara, Brescia, Roma e Parma e altrettanti borghi come Orvieto, Lodi e Cervia. Ovviamente non è mancata la classica passerella nelle vie cittadine di San Marino, così come l’immancabile corsa cronometrata presso l’Autodromo di Monza.
La 1000 Miglia ha preso il via il 16 maggio, la data di apertura, con la prima tappa che ha portato le macchine storiche da Brescia a Ferrara. La corsa ha toccato i vicoli di Lonato, Colombare di Sirmione, Moscatello, il Parco Sigurtà, Roverbella, Mantova e Fiume. La seconda parte della prima tappa invece è partita dal centro storico di Ferrara, vedendo le auto d’epoca passare per Comacchio, Ravenna, Cervia per arrivare infine a Pesaro.
La seconda tappa della Mille Miglia è ripartita da Cervia, per poi proseguire verso Gabicce, Casteldimezzo e San Marino. Dopo l’imperdibile sfilata tra le vie del centro di San Marino la corsa è continuata per Sansepolcro in direzione di Arezzo. Nella sua discesa del Centro Italia la 1000 Miglia è passata per Cortona, Orvieto, Amelia approdando infine nella capitale. A Roma le auto storiche hanno affrontato la passerella di Villa Borghese e Villa de Medici, per poi trasferirsi fuori città verso Viterbo.
Hanno fatto da sfondo alla Mille Miglia i bellissimi paesaggi del lago di Vico, di Montefiascone, di Radicofani, di Siena e di Poggibonsi. La competizione ha attraversato anche le caratteristiche Monteriggioni, Fucecchio, Montecarlo, Lucca e Sarzana, con l’arrivo della terza tappa a Parma.
La conclusione della 1000 Miglia 2018 è stata come consuetudine a Brescia il 19 maggio, dove le auto d’epoca sono arrivate passando per Fidenza, Salsomaggiore, Piacenza e Lodi. Naturalmente prima di giungere nella città lombarda ci sono state le storiche tappe all’Autodromo di Monza, il passaggio davanti al Museo dell’Alfa Romeo e la sfilata nelle vie del centro di Milano.

Mille Miglia 2018
Mille Miglia 2018, la corsa delle auto da sogno

Le auto in gara alla Mille Miglia 2018

La cosa della 1000 Miglia ha visto nell’edizione del 2018 la partecipazione di modelli unici, alcune delle macchine d’epoca da collezione più belle e rare provenienti da tutte le parti del mondo. Tra le vetture che hanno preso il via alla competizione c’è stata la Mercedes-Benz 710 SSK del 1929, la macchina in assoluto più fotografata e ammirata dalle migliaia di spettatori e addetti ai lavori che hanno assistito alle 4 tappe della corsa automobilistica. Si tratta di un’auto del valore di 25 milioni di euro, di proprietà dell’olandese Evert Louwman che si è messo lui stesso alla guida della due posti tedesca accompagnato dalla figlia.

Un’altra storica protagonista della Mille Miglia è stata l’immancabile Bugatti T35 Grand Prix del 1925, una vettura da 3 milioni di euro posseduta da Simon Kidston. Un’auto che ha fatto dell’eleganza e della potenza i suoi simboli è la Porsche 550 Spyder 1500 RS del 1955, una vettura che ha infranto record e vinto gare in tutto il mondo tra cui la mitica 24 Ore di Le Mans.

Per quanto riguarda le vetture italiane ha preso il via alla Mille Miglia 2018 l’Alfa Romeo 6C 1500 Super Sport del 1928, una macchina del valore di circa 2 milioni di euro custodita nel Museo Alfa Romeo di Arese. Quest’auto vinse addirittura la prima edizione della 1000 Miglia proprio nel 1928, aggiudicandosi ben 10 primi posti lungo tutta la sua carriera sportiva.

Altra grande presenza nostrana è stata quella della Ferrari 166 MM Barchetta Touring del 1950, un pezzo da collezione del valore di circa 22 milioni di euro, oggi di proprietà dell’inglese Clive Beecham ma precedentemente appartenuta a Gianni Agnelli.

Non poteva mancare anche la Fiat con la 8V del 1954, un’auto unica e con un ottimo palmares sportivo, valutata poco meno di 2 milioni di euro.

Le vetture vincitrici della Mille Miglia 2018

L’ordine di arrivo dell’edizione 2018 della 1000 Miglia non è stato privo di sorprese, ma ancora una volta le auto Made in Italy hanno dominato la competizione aggiudicandosi tutte le prime posizioni.

La vittoria generale è andata all’Alfa Romeo 6C 1500 GS “Testa Fissa” del 1933, che ha fatto segnare 74108 punti, mentre al secondo e al terzo posto si sono classificate altre due Alfa Romeo, rispettivamente la 6C 1500 SS del 1928 e la 6C 1750 SS Zagato del 1929.

Subito dietro sono arrivate due Lancia Lambda VII Serie Casaro, una del 1927 e l’altra del 1929, con il sesto posto raggiunto invece dalla Bugatti T40 anch’essa del 1929 con 70739 punti.

Tra le auto straniere in gara i migliori piazzamenti sono stati quello della MG TB del 1939, che si è aggiudicata la ventunesima posizione, della Chrysler 75 del 1929 arrivata al 31° posto ufficiale e della Porsche 356 1500 Super del 1953, che ha concluso la competizione situandosi in trentasettesima posizione.

Desideri informazioni su LeasePlan Italia? Clicca qui