Acquisto auto: leasing, noleggio lungo termine o buyback?

13 novembre 2018

Formule di acquisto auto: scopri i pro e contro di ogni soluzione

Il mercato dell’auto è probabilmente uno dei settori più complessi e movimentati degli ultimi anni, un comparto che continua a rappresentare un asset fondamentale per la nostra società, in quanto tutti abbiamo bisogno di accedere alla mobilità. Tuttavia, le formule di acquisto delle auto sono cambiate profondamente, infatti si è passati dal saldo in contanti ai finanziamenti, dal leasing al noleggio a lungo termine, fino alla modalità più recente del buyback.

Orientarsi in questa giungla di possibilità non sempre è un compito facile. Nonostante l’ampia scelta di soluzioni è infatti necessario trovare quella giusta, più adatta a soddisfare le proprie esigenze ed economicamente conveniente. Vediamo quindi di fare chiarezza, analizzando i pro e i contro di ogni modalità di acquisto dell’auto e cercando di capire come scegliere la formula migliore.

 

Acquisto diretto dell’auto senza finanziamento

Ovviamente tutti noi siamo portati a pensare che comprare un’autovettura in contanti, saldando il valore del mezzo in un’unica soluzione senza ricorrere a un finanziamento, sia decisamente la scelta migliore. In molti casi tale opzione si rende piuttosto profittevole, poiché non bisogna pagare costi aggiuntivi come i tassi d’interesse, oppure destinare una parte del proprio reddito mensile al pagamento delle rate, del canone di noleggio o del leasing.

Allo stesso tempo non tutti hanno la liquidità necessaria per comprare un’auto in contanti, mentre chi ha questa disponibilità magari non vuole usarla e preferisce scegliere un’altra soluzione, evitando di intaccare i propri risparmi. Questa opzione offre naturalmente dei vantaggi; ad esempio spesso è possibile ottenere uno sconto sul prezzo d’acquisto, si può disporre del veicolo senza limitazioni ed eventualmente venderlo in qualsiasi momento.

Tuttavia, comprare un’auto in contanti presenta anche alcuni svantaggi, tra cui la diminuzione della liquidità personale, il rischio di una forte svalutazione della vettura e la perdita di una parte dell’investimento in caso di furto, incendio o danneggiamento grave.

Nel complesso l’acquisto diretto è una scelta indicata per chi ha ampie disponibilità economiche, vuole mantenere l’auto a lungo ed è disposto a prendersene cura costantemente.

Acquisto auto a rate con finanziamento

Una delle formule più utilizzate per comprare un’auto è ancora quella del finanziamento, una soluzione che permette di ovviare alla mancanza di liquidità. In questo modo basta richiedere un prestito, presso una banca o una finanziaria, oppure direttamente presso la concessionaria, per acquistare la macchina a rate.

Tale modalità comporta alcuni vantaggi, infatti non bisogna anticipare dei soldi e al termine del rimborso si diventa proprietari unici del mezzo. Tuttavia, questa formula presenta anche diversi svantaggi, poiché al valore dell’auto bisogna aggiungere il costo degli interessi e delle altre voci di spesa relative al finanziamento. Inoltre, è necessario avere una garanzia reddituale solida, come una busta paga con contratto a tempo indeterminato o una dichiarazione dei redditi soddisfacente i criteri minimi per l’accesso al credito.

Come funziona il noleggio a lungo termine per privati e imprese?

Negli ultimi anni si è diffusa in Italia e all’estero una formula d’acquisto dell’auto alternativa, ovvero il noleggio auto a lungo termine. Apparsa inizialmente come soluzione per i liberi professionisti e aziende, oggi questa modalità è ampiamente utilizzata dai privati, con un aumento soltanto nell’ultimo anno del 18%. Si tratta di una formula innovativa, che permette di pagare un canone di noleggio mensile sottoscrivendo un contratto di lunga durata, solitamente fino a 48 o 60 mesi.
All’interno del canone sono** inclusi anche una serie di servizi**, tra cui la polizza assicurativa, il bollo auto, la sostituzione delle gomme, gli interventi di manutenzione ordinaria e il soccorso stradale. Ovviamente è possibile scegliere una formula completamente personalizzata, inserendo accessori e servizi aggiuntivi in base alle proprie esigenze e adattando di conseguenza anche l’importo del canone mensile. Inoltre, viene stabilita una quota di chilometri annuali percorribili, a seconda delle proprie necessità personali e lavorative.

Il noleggio a lungo termine per privati è una soluzione che offre diversi vantaggi. Innanzitutto, è possibile avere a disposizione un’auto nuova ogni 3-4 anni; in più non bisogna preoccuparsi della gestione del veicolo, poiché tutti i servizi sono esternalizzati all’azienda di autonoleggio.

Naturalmente questa modalità presenta anche alcuni svantaggi, infatti non si possiede mai effettivamente la vettura e il costo mensile è leggermente più elevato rispetto ad altre formule. Tuttavia, il grande successo del noleggio a lungo termine conferma la preferenza degli automobilisti di oggi, sia privati che aziende, sempre più propensi a scegliere servizi che offrono un minor coinvolgimento nella gestione amministrativa e burocratica del veicolo.

Come funziona il leasing auto?

Il leasing auto è una formula molto simile al noleggio a lungo termine, ma è caratterizzata da alcune differenze sostanziali. Innanzitutto, è rivolta principalmente alle aziende e ai liberi professionisti, ovvero a tutte quelle persone e società che dispongono della partita IVA, poiché possono dedurre una parte delle spese dalle imposte sui redditi. In particolare, è possibile detrarre il 20% dei costi del contratto di leasing, fino a un massimo di 3.615,20 euro l’anno.

Acquistando una macchina in leasing si inizia a pagare una parte del valore del mezzo mensilmente, dopo aver versato una quota iniziale variabile in base al modello, al tipo di contratto e ai servizi inclusi. Al termine del leasing è possibile scegliere se versare il saldo e comprare definitivamente la vettura, oppure restituire il veicolo alla società.

Tale modalità vanta alcuni aspetti positivi; ad esempio si possono scaricare parte dei costi, è una soluzione valida per chi percorre molti chilometri l’anno e consente di acquistare il veicolo dopo la scadenza del contratto. Ovviamente si tratta di una formula indicata soprattutto per i proprietari di partita IVA: il leasing auto per privati non è quindi particolarmente diffuso; in questi casi meglio optare per il noleggio a lungo termine, il buyback oppure l’acquisto a rate.

Buyback auto: una formula a metà tra leasing e noleggio

In Italia negli ultimi anni è apparsa una nuova soluzione di acquisto dell’auto, quella del buyback. Introdotta originariamente negli USA, dove milioni di americani la utilizzano quotidianamente per comprare veicoli da oltre 40 anni, il buyback è una via di mezzo tra il leasing e il noleggio a lungo termine per privati. Nel nostro Paese alcune case automobilistiche come la Ford hanno iniziato a proporla ai loro clienti, con riscontri piuttosto positivi, nonostante si tratti di una modalità ancora marginale.

Il buyback consiste nel finanziare l’auto nuova soltanto in parte, pagando un acconto iniziale e un canone mensile limitato a una percentuale variabile del reale valore del veicolo. In questo modo** l’importo del canone sarà più basso rispetto al noleggio e al leasing**, in più al termine del contratto sarà possibile decidere se acquistare definitivamente il mezzo, restituirlo oppure accendere un nuovo buyback per un’altra vettura.

All’interno del canone mensile sono inclusi vari servizi, a seconda del piano scelto, inoltre se al momento del saldo finale l’auto avrà un valore superiore a quello stabilito al momento della stipula, si potrà beneficiare di uno sconto sulla maxi-rata finale. Il buyback è una formula particolarmente interessante, che offre maggiore libertà rispetto al leasing, inoltre è possibile rifinanziare anche il saldo evitando di perdere la vettura. Tuttavia, presenta dei costi aggiuntivi legati ad esempio al rifinanziamento del saldo finale, ed è ancora una modalità il cui uso è piuttosto limitato in Italia.

Acquisto auto: quale formula scegliere?

Purtroppo, non esiste una risposta univoca a questa domanda. La scelta tra il leasing, il buyback, il finanziamento a rate o il noleggio a lungo termine dipende dalle proprie esigenze personali e da alcuni aspetti collegati.

Per i privati le soluzioni migliori sono sicuramente il buyback e il noleggio a lungo termine. Nel primo caso questa modalità non è ancora molto diffusa nel nostro Paese, tuttavia si possono trovare alcune aziende che cominciano a proporla ai propri clienti.

Invece per le imprese o i liberi professionisti la scelta dipende dai propri obiettivi. Acquistare un’auto in leasing prevede un maggiore sforzo economico, mentre per riscattare il mezzo bisogna pagare il saldo al termine del contratto, ma in questo modo si può diventare proprietari del veicolo e continuare la propria attività lavorativa senza dover corrispondere nulla a livello economico. Con il noleggio a lungo termine per liberi professionisti e aziende ciò non è possibile, tuttavia si risparmiano risorse preziose da concentrare nella propria impresa, in più si può cambiare veicolo ogni 4-6 anni beneficiando di un mezzo sempre nuovo ed efficiente.

In conclusione, la scelta della formula migliore per acquistare un’auto nuova deve partire da un’analisi concreta delle proprie necessità, personali e lavorative. Per farlo è importante richiedere assistenza e consulenza presso concessionari e aziende di autonoleggio, per capire esattamente quale sia la soluzione più adatta alle proprie esigenze. Spesso infatti le società che lavorano in questo settore sono in grado di offrire formule completamente personalizzate, per adattare la modalità di acquisto o di noleggio dell’auto alla propria situazione personale o professionale.

Desideri informazioni su LeasePlan Italia? Clicca qui