In che modo la tecnologia offre nuove soluzioni agli attuali limiti di trasporto

17 luglio 2020

Connected cars

I sistemi di trasporto intelligenti supportano la comunicazione tra utenti della strada, veicoli e infrastrutture

I trasporti sono diventati essenziali nella vita di tutti i giorni, ma il traffico stradale, in costante aumento, presenta serie sfide in termini di congestione, sicurezza e impatto ambientale. Noi di LeasePlan ci chiediamo continuamente What’s next in mobility? In questo articolo, ci immergiamo in profondità negli ultimi sviluppi delle auto connesse per esplorare come le tecnologie avanzate dell'informazione e della comunicazione possano offrire nuove soluzioni ai problemi di trasporto odierni.

Tecnologia delle auto connesse

Gli attuali sistemi avanzati di assistenza alla guida indipendenti (ADAS) aiutano i conducenti a mantenere una velocità e una distanza di sicurezza, a rimanere in corsia, ad evitare i sorpassi in situazioni potenzialmente pericolose e a navigare in sicurezza negli incroci. Negli ultimi anni, per aumentare ulteriormente i vantaggi di tali sistemi di sicurezza, è stata posta sempre più l'attenzione sulla tecnologia delle auto connesse, che nel settore viene comunemente definita come sistema di trasporto intelligente cooperativo (ITS). Questa tecnologia consente ai singoli veicoli di comunicare continuamente tra loro (V2V) e/o con l'infrastruttura stradale (V2I). Gli ITS cooperativi possono aumentare notevolmente la qualità e l'affidabilità delle informazioni sui veicoli, la loro posizione e l'ambiente stradale. Questa tecnologia comprende un'ampia varietà di applicazioni correlate alla comunicazione, volte ad aumentare la sicurezza stradale, fornendo ai conducenti un avvertimento avanzato dei rischi per la sicurezza locale, riducendo al minimo l'impatto ambientale, migliorando la gestione del traffico e massimizzando i benefici del trasporto sia per gli utilizzatori commerciali che per il resto dei conducenti.

ITS - Come funziona?

I sensori e i controller di bordo immettono e analizzano dati come la velocità del veicolo, l'angolo di sterzata, l'aderenza degli pneumatici, l'attivazione del tergicristallo e l'attivazione dell'airbag. I risultati dell'analisi sono indicativi delle condizioni del traffico e di eventuali situazioni di pericolo come ghiaccio, ostacoli o incidenti. Le auto dotate di tecnologia 5G o Wi-Fi (ITS-G5) possono inviare un messaggio di avvertimento se viene rilevato un problema (ad esempio se si sono rotte o si sono fermate improvvisamente e presentano un rischio per la sicurezza). Nel caso della tecnologia ITS-G5, questo viene trasmesso utilizzando un protocollo di comunicazione tramite un collegamento radio tipo Wi-Fi-, appositamente progettato per l'uso con veicoli in movimento e con una portata fino a circa 1.000 metri. I messaggi di avvertimento possono essere captati direttamente da altri veicoli collegati nelle vicinanze o da centraline di comunicazione fisse a bordo strada, che a loro volta possono inviare segnali ai veicoli e ad un server che centralizza le informazioni e le aggiorna in tempo reale.

Ad esempio, quando un veicolo si avvicina al luogo di un incidente, invia un segnale di avvertimento che viene ricevuto dalle auto dietro di esso. Queste trasmettono poi il messaggio per avvertire gli altri veicoli, e così via. Inoltre, il segnale di avvertimento può essere captato da un'unità fissa in prossimità di una qualsiasi di queste vetture, e questa unità informa automaticamente il sistema centrale, che avviserà i servizi di emergenza di conseguenza. Una procedura simile può essere attivata per un numero qualsiasi di incidenti potenzialmente pericolosi come animali sulla strada, lavori stradali temporanei, ingorghi, frane, ecc. Con il tempo, può anche essere possibile che i conducenti ricevano in anticipo l'avviso di motociclette e trattori sulla strada.

Con la Golf 8, Volkswagen è una delle prime case automobilistiche a montare di serie un sistema di comunicazione V2I. Utilizza la tecnologia ITS-G5 basata sulla connettività Wi-Fi. Anche altri produttori come Renault e Toyota stanno lavorando attivamente per dotare i veicoli della tecnologia ITS-G5. Nel frattempo, un altro gruppo di case automobilistiche - tra cui BMW, Daimler e Ford - stanno promuovendo la rete cellulare 5G in una partnership intersettoriale tra l'industria delle telecomunicazioni e quella automobilistica.

Connected-Cars_news

Conclusione

Stiamo entrando in una nuova era in cui i veicoli sono sempre più in grado di scambiare informazioni critiche per la sicurezza con altri veicoli vicini e con le infrastrutture stradali grazie alla tecnologia. La comunicazione da veicolo a veicolo e da veicolo a infrastruttura può contribuire a ottimizzare la sicurezza stradale e a ridurre il numero di incidenti e di vittime. Tuttavia, con diverse case costruttrici che attualmente lavorano su soluzioni diverse, l'interoperabilità è ancora un problema. Le automobili collegate realizzeranno il loro pieno potenziale solo quando tutti i veicoli saranno basati su sistemi compatibili e standard armonizzati.

Glossario

V2V = da veicolo a veicolo
V2I = da veicolo a infrastruttura
V2P = da veicolo a pedone
V2N = applicazioni da veicolo a rete
V2X = da veicolo a qualsiasi cosa (mix di V2V, V2I, V2P e V2N)

Desideri informazioni su LeasePlan Italia? Clicca qui