CES Las Vegas 2019: novità auto e mobilità del futuro

3 aprile 2019

CES 2019: le auto del futuro prendono forma a Las Vegas

Il CES di Las Vegas, una manifestazione internazionale conosciuta come Consumer Electronics Show, tenutasi quest’anno dall’8 al 12 gennaio, è uno degli appuntamenti più importanti del settore, dove vengono presentate tutte le novità del momento in ambito tecnologico. In oltre 50 anni di attività, infatti la prima edizione risale addirittura al 1967, l’evento ha fatto conoscere al grande pubblico soluzioni innovative per l’elettronica di consumo, tra cui dispositivi come la TV in High Definition, il compact disk e le stampanti 3D.

La manifestazione è aperta a tutti i settori, per questo motivo negli ultimi anni si è assistito ad una presenza sempre maggiore delle case automobilistiche, che hanno iniziato a catturare l’attenzione dei visitatori presentando i loro prototipi di veicoli a guida autonoma. Il CES 2019 di Las Vegas è stato infatti quasi un vero e proprio salone dell’auto, con diverse aziende che hanno mostrato macchine di ultima generazione, in grado di guidarsi da sole e offrire elevati standard di sicurezza. Ecco quali sono state le novità più interessanti di questa edizione.

 

Le auto connesse per la mobilità del futuro al CES 2019 di Las Vegas

La protagonista assoluta del Consumer Electronic Show 2019 è stata l’auto a guida autonoma, un nuovo concetto di mobilità che caratterizzerà i trasporti privati e pubblici dei prossimi anni. A conquistare l’attenzione del pubblico è stata sicuramente la Hyundai Elevate, una concept car a metà strada tra una macchina e un robot, un prototipo di quello che saranno le auto del futuro. Questo progetto della casa coreana è stato pensato appositamente per le situazioni di emergenza, dove anche pochi minuti possono fare la differenza fra la vita e la morte.

Si tratta di un veicolo da soccorso robotizzato, dotato di quattro supporti mobili attrezzati con sospensioni idrauliche completamente ripiegabili, che permettono di superare ostacoli con un’altezza fino a 152 cm. Elevate ha un propulsore elettrico con potenti batterie agli ioni di litio, che quando il veicolo ripiega le protuberanze, assumendo l’assetto stradale, consentono di raggiungere velocità di marcia considerevoli. Il mezzo può essere personalizzato in base al tipo di utilizzo, inoltre è in grado di prestare soccorso e guidare su strada autonomamente, senza nessuna persona al volante.

Un’altra novità assoluta del CES 2019 di Las Vegas è stato il camion a guida autonoma realizzato dalla Daimler, settore nel quale l’azienda tedesca ha già investito oltre 500 milioni di euro, segno dell’importanza strategica di questo tipo di mobilità per il futuro del trasporto merci. Il progetto è il frutto di una collaborazione con Mercedes-Benz, che ha fornito i camion su cui montare l’innovativo sistema di Self-Driving-Car Highway Pilot Connect, il quale oltre a guidare da solo i mezzi permette di connettere i veicoli fra di loro, per gestire interi convogli attraverso la stessa tecnologia.

Una conferma invece è arrivata dalla società Lyft e dal suo Ride-Hailing, un servizio di taxi a guida autonoma lanciato nell’edizione 2018 del CES, che ad oggi ha già effettuato più di 30 mila corse con successo, non riportando nessun incidente all’attivo. Anche l’azienda automobilistica Honda ha partecipato alla manifestazione tecnologica, presentando il suo concept Autonomous Work Vehicle. Si tratta di un mezzo realizzato per le compagnie pubbliche, che può essere impiegato in missioni di soccorso e di assistenza, ma anche in attività lavorative e agricole.

L’AWV di Honda ha un sistema di trasmissione a trazione integrale, che assicura un’aderenza ottimale su qualsiasi percorso e con ogni condizione atmosferica, è dotato di un navigatore GPS integrato e di un avanzato sistema di guida autonoma, il quale per orientarsi utilizza una serie di sensori sofisticati sviluppati dall’azienda giapponese. L’alimentazione è ibrida plug-in, con dimensioni complessive contenute che gli permettono di attraversare passaggi stretti con estrema facilità.

Tra le novità più importanti dell’edizione 2019 del CES di Las Vegas è da segnalare anche la Toyota TRI-P4, un’auto a guida autonoma avanzata, costruita in partnership con la Lexus. Alla fiera dell’elettronica americana in molti si sono soffermati su questo veicolo, una macchina che si guida da sola di quarta generazione, un progetto innovativo realizzato dal centro di ricerca Toyota Research Institute. Due le tecnologie inserite in questo modello, Guardian che funziona come un sistema di guida assistita, aiutando il conducente a rilevare ostacoli, frenare ed evitare incidenti e Chaffeur, una tecnologia di intelligenza artificiale che può guidare da sola la vettura.

CES 2019: qual è il futuro della mobilità autonoma?

L’aumento della presenza delle case automobilistiche, che al CES di Las Vegas rappresentano ormai la parte principale dell’evento, con progetti sempre più incentrati sullo sviluppo di auto a guida autonoma, sistemi di assistenza alla guida e mezzi mossi dall’intelligenza artificiale, sta mostrando chiaramente quale sarà il futuro della mobilità nei prossimi anni. Secondo diversi analisti già nel 2020 i veicoli equipaggiati con tali tecnologie, che circoleranno liberamente sulle nostre strade, saranno almeno un milione, arrivando dopo appena altri 5 anni a raggiungere la soglia di 25 milioni di unità in tutto il mondo.

Il fenomeno è destinato a subire quindi una forte accelerazione, con una diffusione che seguirà una curva esponenziale, soprattutto a causa degli ingenti investimenti che stanno riguardando non solo il trasporto privato, ma anche il trasporto pubblico, la movimentazione delle merci e i servizi di assistenza e soccorso. Ad esempio, la francese Transdev comincerà a impiegare nei prossimi mesi dei microbus autonomi, realizzati dalla tedesca E-GO, in grado di gestirsi da soli senza la presenza di un conducente, nonostante il progetto preveda delle fasi di verifica e accertamento delle condizioni di sicurezza con degli autisti a bordo.

La stessa Mercedes sta sviluppando camion a guida autonoma e veicoli per le consegne a domicilio, come Urbanetic, un progetto in collaborazione con Bosch, che verrà sperimentato proprio negli Stati Uniti, in California. Per quanto riguarda il nostro Paese, sicuramente ancora molto indietro in questo settore nonostante qualche timido segnale di recupero, al CES 2019 di Las Vegas si è vista anche un po’ di Italia, con la premiazione di Moby dell'italiana Italdesign, un sistema di mobilità elettrica a guida autonoma per le persone a mobilità ridotta.

Desideri informazioni su LeasePlan Italia? Clicca qui