La lista delle auto che possono guidare i neopatentati

28 maggio 2019

Quali sono le auto che possono guidare i neopatentati?

Quando si prende la patente di guida per la prima volta è necessario osservare delle regole particolari, sia per quanto riguarda la guida su strada, sia per il tipo di veicolo che è possibile utilizzare. Per conoscere quali sono le auto che possono guidare i neopatentati, oltre alle restrizioni previste durante i primi anni di guida, bisogna fare riferimento all’articolo n.117 del Codice della Strada e alle indicazioni del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti.

 

Macchine per neopatentati: limiti di peso e potenza

Il momento in cui si ottiene la patente di guida è un’occasione speciale, con la quale però oltre ai diritti arrivano anche una serie di doveri e di responsabilità. A causa dell’inesperienza, la legge fissa i parametri per le macchine che possono essere guidate dai neopatentati all’interno dell’articolo n.117 del Codice della Strada. La norma stabilisce un limite di 55 kW per tonnellata, valore ottenuto dalla relazione tra il peso del veicolo e la potenza del motore: il limite per i neopatentati non è quindi strettamente legato alla cilindrata.

In alternativa, è possibile guidare auto con una potenza massima di 70 kW o 95 cavalli. In nessun modo si possono superare questi parametri, pena la sospensione della patente di guida fino a 6 mesi e la somministrazione di una multa amministrativa, di valore compreso tra 152€ e 608€. La limitazione dura per 12 mesi dal momento del ricevimento della patente, per decadere automaticamente dopo tale termine.

Lista delle auto per neopatentati

Complessivamente sul mercato sono presenti circa 900 modelli omologati per i neopatentati, auto che rientrano all’interno delle restrizioni indicate dal Codice della Strada. Ad esempio, fanno parte di questa lista veicoli come la Fiat Panda, alcune versioni della Volkswagen Nuova Polo, la Twingo della Renault e la C3 della Citroën, nella dotazione con il motore meno potente.

Ecco alcuni modelli interessanti che possono guidare i neopatentati:

  • Alfa Romeo Mito 1.3 JTD 90cv
  • Audi 1.0 TFSI da 82cv
  • BMW Serie1 114d
  • Citroën C1 1.0 VTi 68 ETG
  • Fiat 500 1.2 69cv
  • Ford B-Max 1.4 90cv
  • Hyundai i10 1.0 MPI
  • KIA Picanto 1.0
  • Lancia Ypsilon 1.2 69cv
  • Mercedes-Benz Classe A 160d
  • Opel Corsa 5 porte 1.2 70cv
  • Peugeot 208 Active 75cv
  • Renault Nuova Clio 1.2 16v
  • Toyota Aygo 1.0 VVT
  • Volkswagen UP 1.0 44kW
  • Dacia Sandero 0.9 TCe 12V 75cv

Auto piccole per neopatentati: quali vantaggi offrono?

Nonostante esistano anche auto a 2 e 3 volumi idonee alla guida da parte di un neopatentato, è preferibile optare per una macchina piccola, perfetta per fare pratica nei primi mesi, semplice da guidare in città e facile da parcheggiare.

Ad esempio, un’ottima soluzione è la Smart ForFour Superpassion Twinamic con motore 1.0 da 52 kW, una macchina dalle dimensioni particolarmente contenute ma omologata per 4 persone, una vettura perfetta per chi è alla prima esperienza di guida. Questa auto è disponibile anche per il noleggio a lungo termine con un canone mensile a partire da 319€ IVA esclusa.

Lo stesso vale per la Peugeot iOn, una citycar progettata appositamente per destreggiarsi nel traffico cittadino, un veicolo per 4 persone dotato di cambio automatico, alimentazione elettrica e un motore da 67cv, con un consumo di appena 17 kWh per Km e un peso di soli 1.450 Kg. Si tratta di un’auto di ultima generazione, sicura ed affidabile, ideale per prendere confidenza con la strada in maniera progressiva. Questa vettura è presente nei servizi di autonoleggio con un canone a partire da 229€ al mese IVA esclusa.

Una soluzione perfetta per un neopatentato è rappresentata anche dalla Mitsubishi i-MiEV, una microcar con motore elettrico da 64cv, con caratteristiche tecniche simili a quelle offerte dalla Peugeot iOn, una macchina divertente e facile da guidare in città. La Mitisubishi i-MiEV è disponibile nel noleggio a lungo termine con un canone mensile a partire da 317€ IVA esclusa.

Targa auto neopatentati: come controllare l’idoneità del veicolo?

Le restrizioni previste dal Codice della Strada, come abbiamo visto, obbligano i neopatentati a guidare soltanto alcuni modelli specifici. Per questo motivo è importante controllare la targa della macchina, per verificare l’effettiva idoneità del mezzo alla guida da parte di un conducente alle prime armi.

Per evitare di incorrere in infrazioni basta effettuare una veloce operazione online, attraverso il sito web www.ilportaledellautomobilista.it, un portale gestito direttamente dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti.

Qui bisogna soltanto entrare nella sezione Servizi online e cliccare sulla voce Neopatentati, per scoprire in pochi istanti se il proprio veicolo rientra nei limiti imposti dalla normativa di legge, inserendo la targa dell’auto del neopatentato e il codice captcha di sicurezza. In pochi istanti il software collegato alla banca dati del Ministero segnalerà se il mezzo è adatto o meno alla guida, in base alle informazioni tecniche registrate durante l’immatricolazione.

Dopo quanto un neopatentato può guidare tutte le macchine?

Le norme attuali del Codice della Strada sono piuttosto chiare in merito, infatti le restrizioni ai veicoli per i neopatentati valgono per i primi 12 mesi, a partire dal momento in cui si ottiene la patente di guida. Dopo un anno quindi è possibile guidare qualsiasi mezzo, rispettando una velocità massima ridotta ed evitando di consumare alcolici.

Quali sono le altre restrizioni di guida per i neopatentati?

Oltre ai limiti imposti sul rapporto peso potenza delle autovetture, i neopatentati devono rispettare alcune restrizioni sulle normative del Codice della Strada, riportate anch’esse all’interno dell’articolo n.117. Chi ha preso la patente da meno di 3 anni è soggetto a una diminuzione dei limiti di velocità, che diventano pari a 100 Km/h in autostrada, invece dei normali 130 Km/h, e 90 Km/h sulle strade extraurbane, rispetto ai 110 Km/h previsti per gli altri automobilisti.

Inoltre, i neopatentati non possono guidare sotto l’effetto di alcolici, ma sono soggetti a una tolleranza pari a 0 per i primi 3 anni di guida. Dopo questo termine invece è valida la tolleranza di 0,5 grammi di alcol per litro di sangue, applicata a tutti gli altri automobilisti. Le limitazioni imposte ai neopatentati valgono anche per i servizi di autonoleggio, compreso il noleggio a lungo termine.

In questi casi è possibile stipulare un contratto per un veicolo che rientri all’interno delle restrizioni, come ad esempio la Ford Fiesta TDCI da 75cv a partire da 225€ IVA inclusa. Una volta terminato il vincolo dei 12 mesi si può scegliere come proseguire, se rinnovare il contratto di noleggio oppure passare a un’automobile di potenza superiore.

Desideri informazioni su LeasePlan Italia? Clicca qui