Auto a metano o elettrica? Guida alla mobilità sostenibile

17 dicembre 2018

Auto green e mobilità ecosostenibile: come fare la scelta giusta per il futuro

In Europa si sta dibattendo da diverso tempo sul futuro della mobilità, ovvero su quale sia la direzione da seguire per rispettare gli Accordi di Parigi, per diminuire le emissioni di gas serra nell’atmosfera di almeno l’80% entro il 2050. Per il momento infatti non esiste ancora una politica comune, per cui ogni Stato membro sta agendo in maniera differente, in base alle necessità del proprio Paese e dei cittadini. In particolare, lo scontro in merito al settore dei trasporti riguarda due tipi di alimentazione, le macchine a gas (GPL e metano) e le auto elettriche.

 

Auto a metano e GPL: sono veramente ecologiche?

Secondo il rapporto ufficiale Natural gas – powered vehicles and ships, una lunga analisi sull’impatto delle propulsioni a gas metano e GPL nei trasporti privati e commerciali, emerge un quadro piuttosto critico su alcune soluzioni adottate finora. Se da un lato alcuni Paesi, tra cui l’Italia, continuano a incentivare l’utilizzo delle alimentazioni a gas, dall’altro è ormai evidente come il metano e il GPL non siano in grado di ridurre le emissioni inquinanti, almeno non quanto indicato dagli obiettivi europei.

In base ai dati tecnici, il risparmio per l’ambiente dato dall’uso delle auto a gas, al posto di quelle a benzina o diesel, si aggira solamente intorno al 2-7%. Inoltre, bisogna considerare un altro aspetto, legato al tipo di emissioni. Le auto a combustili fossili rilasciano nell’atmosfera grandi quantità di CO2, una sostanza sicuramente dannosa per l’ambiente, tuttavia il metano risulta avere un impatto decisamente superiore, accelerando di fatto il surriscaldamento terrestre con un tasso incrementale maggiore.

In più, esiste un problema relativo alle fuoriuscite di gas in tutta la filiera, dall’estrazione alla lavorazione, dal trasporto fino al rifornimento alla pompa, che causa la perdita di una quota pari al 2,2% del gas complessivamente prodotto. L’unica soluzione valida è rappresentata dal metano rinnovabile, sia dal biometano che dal metano sintetico, entrambi in grado di abbattere sensibilmente le emissioni di gas nocivi. Tuttavia, i procedimenti di produzione presentano diverse criticità.

Il biogas infatti richiede superfici molto estese per la coltivazione delle materie prime, soprattutto mais, che oltre a sottrarre terre fertili per il sostentamento alimentare umano, mostra elevati problemi di natura produttiva, in quanto l’Europa non dispone di spazio sufficiente per soddisfare appieno la domanda. Il metano sintetico invece ha dei costi fino a 5 volte superiori rispetto al metano di origine fossile, perciò non è abbastanza competitivo a livello commerciale.

Macchine a gas o elettriche: quali scegliere?

Dal report si evince come le macchine a metano e GPL non siano in effetti così ecologiche, soprattutto se paragonate con le macchine elettriche e ibride. Allo stesso tempo in Italia continuano a godere di agevolazioni fiscali rilevanti, che rendono i veicoli a gas economicamente convenienti. La mobilità elettrica sarà sicuramente il futuro dei trasporti, tuttavia per i prossimi anni le auto a metano e GPL saranno ancora una scelta vantaggiosa.

Il prezzo contenuto alla pompa consente infatti un buon risparmio per i guidatori, inoltre l’acquisto di veicoli a metano e GPL permette di usufruire degli incentivi, una soluzione che rende il prezzo di questi modelli piuttosto competitivo. Un altro vantaggio immediato risiede nello sviluppo dell’infrastruttura di rifornimento, che negli ultimi anni è nettamente cresciuta e oggi copre tutto il territorio nazionale.

Al contrario le auto elettriche consentono di abbattere completamente le emissioni inquinanti, specialmente se l’energia elettrica necessaria per la ricarica viene prodotta da fonti rinnovabili. Allo stesso tempo l’investimento richiesto è ancora molto elevato, il numero delle colonnine di ricarica insufficiente e non sono previsti incentivi statali, almeno per il momento.

Per questo motivo la maggior parte delle persone sceglie la formula del noleggio a lungo termine delle auto elettriche, poiché permette di risolvere una serie di criticità. Il noleggio infatti consente di cambiare la macchina ogni 3-4 anni, aggiornandosi con le nuove tecnologie senza perdere il capitale iniziale, in più offre una serie di servizi esclusivi di supporto come l’assistenza stradale e la gestione della burocrazia.

La scelta dell’auto per una mobilità sostenibile dipende quindi dalle proprie esigenze. Le macchine a gpl rimangono ancora un’opzione valida in Italia, soprattutto per chi decide di acquistare il proprio veicolo e percorre molti chilometri l’anno. Tuttavia, il futuro risiede nelle macchine elettriche, una tecnologia ancora lungi dall’essere alla portata di tutti, ma sempre più al centro della rivoluzione green nel settore dei trasporti privati.

Migliore auto a metano del 2019

Se da un lato le auto a metano non sono propriamente ecologiche, dall’altro rappresentano un’alternativa meno inquinante soprattutto rispetto alle macchine diesel. Forti degli incentivi statali, le principali case automobilistiche europee, tra cui Fiat, Volkswagen e Audi continueranno a puntare sui veicoli a gas, con diverse nuove auto a metano in arrivo nel 2019.

Ad esempio, tra i veicoli di punta del 2019 ci sarà la Fiat Panda, con la Nuova TwinAir Turbo con motore da 0.9 centimetri cubici e 80 cavalli di potenza, disponibile nella versione Natural Power a metano. La stessa motorizzazione si troverà sulla 500L, completamente rivista nel look e dotata di sistemi di infotainment di ultima generazione, ma anche sulla 500 e sulla Nuova Punto.

Per quanto riguarda gli altri marchi, Audi offrirà diversi modelli a gas all’interno della linea g-tron, con doppia alimentazione benzina e metano e motorizzazioni da 110 a 170 cavalli. Questa soluzione sarà adottata ad esempio sull’Audi A3 Sportback, l’A4 Avant e l’A5 Sportback, in grado di garantire un’autonomia fino a 900 chilometri e prestazioni elevate, grazie ai motori TFSI di recente sviluppo.

La Volkswagen ha ottenuto un enorme successo con i suoi veicoli a metano, tanto che nel corso dell’anno ha sospeso più volte i nuovi ordini, per soddisfare appieno la domanda del mercato italiano. Tra le macchine a metano VW del 2019 ci saranno la Polo TGI, con interni curati, restyling della carrozzeria e motorizzazione 1.0 da 90 cv e la Golf TGI Blue Emotion, con connettività all’avanguardia e sistema anticollisione.

Migliori auto GPL del 2019

Per quanto riguarda le auto a GPL vale più o meno quanto detto per le macchine a metano, tuttavia anche in questo caso rimarranno per diversi anni una soluzione conveniente e pratica, con un costo del carburante di quasi il 50% più basso rispetto alla benzina. Tra i migliori modelli del 2019 ci sarà la conferma della Panda GPL Easy Power, con motore 1.2 cv 69 cv, una delle più vendute della sua categoria.

Medesima motorizzazione per la Lancia Ypsilon Ecochic, mentre per chi vuole optare per il GPL senza rinunciare alle prestazioni e allo spazio, ci saranno la 500X e la 500L con propulsione 1.4 T-Jet da 120 cv. Anche la Citroen propone una versione della C3 a GPL, la PureTech 1.2 82 cv, con consumi di appena 5 litri di gas per 100 Km e nuovo look moderno e giovanile.

Nel segmento delle utilitarie a GPL si trovano altre due francesi, in cima alle classifiche delle vendite da diversi mesi, la Renault Clio TCe 90 cv e l’Opel Corsa 1.4 Advance da 90 cv. La prima monta un motore da 0.9 centimetri cubici, con un consumo nel ciclo misto di 4,7 litri per 100 Km, mentre la seconda è un’auto economica e compatta, omologata per 5 persone e adatta soprattutto alla guida in città.

Migliori modelli di auto elettriche del 2019

Le auto elettriche rappresentano sicuramente il futuro della mobilità sostenibile, perciò potrebbe essere il caso di valutarne l’acquisto o il noleggio già nei primi mesi del 2019. Il mercato è in grande fermento, nonostante il costo d’acquisto ancora elevato e le problematiche legate all’autonomia e alla ricarica. Nel prossimo anno saranno diverse le novità, con l’ingresso di alcuni modelli di nuova generazione e diverse conferme per il settore.

Da segnalare c’è l’Audi e-Tron, il SUV della casa automobilistica tedesca, un’auto dalle prestazioni eccezionali con un’autonomia dichiarata fino a 400 chilometri. Grande attesa anche per l’uscita della Mini Cooper E, la versione elettrica della storica 4 posti britannica, oltre alla Peugeot 208 Electrique, che dovrebbe percorrere circa 350 Km con una ricarica e la KIA e-Soul, già omologata per i sistemi di ricarica ultrarapida.

Tra le conferme ci saranno ovviamente quelle della Model S e della Model 3 di Tesla, la Volkswagen e-Golf, la Nissan Leaf, la più venduta in Europa, la Smart ForTwo, la Renault Zoe e naturalmente le Toyota Hybrid Yaris, RAV4, Auris e Nuova Aygo.

Le macchine elettriche sono l’unica vera soluzione per rispettare gli Accordi di Parigi, per diminuire le emissioni nocive nell’atmosfera e contrastare realmente il riscaldamento globale.

Desideri informazioni su LeasePlan Italia? Clicca qui