Auto a gas: macchine a metano o GPL? Pro e Contro

28 novembre 2018

Conoscere meglio le macchine a gas, i vantaggi e gli svantaggi delle auto a metano e GPL

Se da un lato le auto elettriche e ibride non hanno ancora raggiunto il successo del grande pubblico, ostacolate dal costo d’acquisto elevato e dalle difficoltà legate alla scarsa presenza di colonnine elettriche in Italia, le auto a gas continuano a vivere un momento d’oro. Nel 2017 si è assistito a un vero e proprio boom delle immatricolazioni di auto a GPL e metano, che hanno segnato un aumento del 27% arrivando a rappresentare quasi il 7% del mercato automotive in Italia.

Gli automobilisti apprezzano questa forma di propulsione alternativa ai combustibili fossili, inoltre gli incentivi statali offrono una buona leva economica che rende tali modelli decisamente convenienti. Vediamo nel dettaglio come funziona esattamente una macchina a gas, quali vantaggi garantisce, oltre ai pro e contro delle motorizzazioni a GPL e a metano.

Macchine a GPL: cosa sono e come funzionano

Le auto a GPL sono tra i modelli più diffusi nel nostro Paese, il cui acronimo sta per Gas di Petrolio Liquefatti, ovvero una miscela realizzata a partire dagli idrocarburi stessi del petrolio e composta principalmente da sostanze come l’etano, il propano, il butano e il butilene. Gli impianti a GPL contano alcune componenti fondamentali, tra cui il serbatoio di stoccaggio, un’elettrovalvola per gestire il flusso di uscita, un riduttore che vaporizza il gas, un miscelatore e un commutatore.

Il GPL è presente allo stato liquido all’interno del serbatoio, perciò il vaporizzatore ha il compito di trasformarlo in gas da iniettare nel circuito di trasmissione, gestendone la pressione per evitare scoppi ed esplosioni. Questa componente genera una notevole quantità di calore, perciò è presente un impianto di raffreddamento che evita pericolosi surriscaldamenti. Il serbatoio viene installato solitamente all’interno del portabagagli, può avere forme e dimensioni differenti e viene riempito non oltre l’80% della sua capienza.

Le macchine a GPL sono composte da un motore a benzina e a gas, mentre tali impianti non possono essere montati sulle auto diesel. In questo modo è possibile passare in qualsiasi momento da un carburante all’altro attraverso il commutatore, che permette di gestire la transizione attraverso una comoda leva inserita nell’abitacolo. In commercio esistono diverse macchine a GPL già predisposte, tuttavia è possibile convertire un normale veicolo a benzina con una spesa piuttosto contenuta.

Macchine a GPL: vantaggi e svantaggi

I principali vantaggi delle macchine a GPL sono:

  • ottime prestazioni
  • minima manutenzione
  • buon rapporto qualità-prezzo

Gli impianti a GPL sono caratterizzati da un costo inferiore rispetto a quelli a metano, sia per quanto riguarda l’installazione su un veicolo a benzina che per l’acquisto di un’auto già predisposta. Inoltre, permettono di mantenere elevate le prestazioni del motore e richiedono una manutenzione minima, tra cui il controllo dei serbatoi del GPL appena ogni 10 anni.

Tra gli svantaggi delle macchine a GPL invece ci sono:

  • costo del carburante
  • impatto ambientale

Nonostante il GPL costi meno rispetto alla benzina e al diesel, il prezzo è leggermente più alto del metano, rendendo questi modelli meno convenienti sul lungo periodo. Allo stesso tempo anche l’impatto ambientale è ridotto, se paragonato con quello delle motorizzazioni che utilizzano i carburanti fossili; tuttavia il gas metano consente di abbattere ulteriormente le emissioni nocive.

Auto a metano: vantaggi e svantaggi

Le macchine a gas metano presentano diversi vantaggi, tra cui:

  • basso costo del gas
  • ridotto impatto ambientale
  • esenzione o riduzione sul bollo auto

Il metano è il carburante in assoluto meno caro sul mercato, acquistabile con un costo inferiore sia rispetto alla benzina e al diesel che al GPL. Inoltre, vanta emissioni di oltre il 20% più basse dei combustibili fossili, con risultati migliori anche per quanto riguarda il GPL. Tra i vantaggi delle auto a metano c’è anche il risparmio sul bollo auto, poiché diverse Regioni prevedono sconti ed esenzioni sia sull’acquisto dei nuovi veicoli che sull’installazione dell’impianto nella propria macchina.

Ovviamente le macchine a metano hanno anche alcuni svantaggi:

  • alto costo dell’impianto
  • prestazioni inferiori
  • più manutenzione

Se il pezzo dei modelli nuovi è piuttosto simile, convertire un’auto diesel a metano costa quasi il doppio rispetto alla stessa operazione effettuata su una macchina a benzina per installare un impianto a GPL. Anche le prestazioni sono leggermente inferiori nei sistemi a metano, in più è richiesta una manutenzione più frequente, con controlli del serbatoio e delle varie componenti dell’impianto almeno una volta ogni 4 anni.

Macchine a gas, convengono davvero?

Come mostrano chiaramente i dati sulle nuove immatricolazioni, le auto a GPL o a metano hanno un forte appeal sugli automobilisti, un trend che verrà mantenuto almeno fino a quando le auto elettriche in Italia rappresenteranno finalmente una tecnologia matura e a buon mercato. Le macchine a gas consentono infatti di risparmiare sul costo di gestione dell’auto, di ridurre l’impatto ambientale del trasporto privato e di ottenere benefici indiretti dovuti agli incentivi e agli sgravi fiscali, messi a disposizione da alcune Regioni.

Naturalmente comportano anche alcuni svantaggi, tra cui un minore spazio all’interno della vettura, un’autonomia inferiore e l’obbligo di rifornirsi soltanto nelle stazioni attrezzate con impianti certificati e a norma. Tuttavia, le macchine a gas sono per il momento un’ottima soluzione per una mobilità meno invasiva, che consente sia di ottimizzare i costi di mantenimento del mezzo che di ridurre le emissioni inquinanti nell’atmosfera.

Desideri informazioni su LeasePlan Italia? Clicca qui